È trascorso ormai un anno da quella terribile mareggiata del 29 ottobre che in una manciata di ore devastò l’intero litorale e le decine e decine di attività presenti.

L’iniziativa

Tra questi, il “Sapore di mare”, il ristorante della passeggiata divenuto, suo malgrado, uno dei simboli della devastazione. Nei confronti del titolare, Yasser Ahmed, che dopo anni di sacrifici aveva da poco rilevato l’azienda, era scattata una vera e propria corsa alla solidarietà da parte del Tigullio non molla, di numerose associazioni e di privati cittadini. Grazie a ulteriori sacrifici personali, ai fondi ricevuti e alla ricostruzione della veranda da parte della proprietà, il locale è rinato ed ora lui, la sua famiglia e tutto il suo staff vogliono tornare a dire grazie, a tutti:

“Ad un anno dalla mareggiata che ci ha messo a dura prova, con una città sconvolta e attività distrutte, tornando con la memoria a quella notte e al duro lavoro che è venuto dopo, non possiamo che ringraziare Dio che ha salvato a tutti noi la vita e ringraziare la città di Rapallo che ci è stata vicina”.

Come? Proponendo una cena a menu speciale, dal costo simbolico di (non a caso) 29 euro.

“Per farlo col cuore, il nostro pensiero è andato a chi ogni giorno dell’anno combatte le difficoltà. Per questo il 29 ottobre, metà dell’incasso sarà devoluto a don Stefano Curotto per la ”Mensa del Povero”, perché non c’è come la povertà che ci rende tutti uguali sia davanti agli uomini che a Dio”.

Ringraziando per la solidarietà ricevuta, nell’anniversario della mareggiata Yasser proporrà un menu speciale con cui raccogliere fondi per chi ha maggiormente bisogno di aiuto.

Leggi anche:  Camogli, al via importanti novità per la viabilità cittadina