“Liguria is something else”: è questo lo slogan – ispirato dalla pubblicità con George Clooney – che Regione Liguria sta usando a piene mani, in questi mesi, per la promozione turistica del proprio territorio. In particolare sui social, ma i social sono spietati e non perdonano alcuna svista. E di svista, a quanto pare, si dovrebbe proprio parlare riguardo una delle immagini di promozione utilizzate in questi giorni, additata con divertimento dai Cinque Stelle in Regione perché fonte di dileggio dai vicini emiliani: per quale motivo? Beh, perché il paesaggio ritratto non sarebbe ligure bensì appunto emiliano.

Quella foto che proprio ligure non è, il botta e risposta fra Tosi e Toti

«Apprendiamo dai giornali on line che Regione Liguria, nella sua ultima uscita in materia di promozione turistica, usa immagini di bellezze naturali o da visitare… della vicina Emilia Romagna. Dopo essersi complimentati tra loro con lodi e pacche sulle spalle per i risultati turistici conseguiti nel mese di marzo, ecco la classica buccia di banana di chi, forse, la Liguria la conosce davvero poco o comunque agisce frettolosamente e senza la dovuta attenzione». Così il consigliere regionale Fabio Tosi, commentando lo scivolone. «Ci vuole più controllo e soprattutto bisogna essere certi di quello che si pubblica, possibilmente senza scippare immagini già in circolazione e peraltro maldestramente ritoccate con programmi da principianti. Soprattutto se si usano soldi pubblici», aggiunge poi il consigliere. Tosi, in chiusura, non dimentica un’altra famosa gaffe del Presidente Toti: «Pensavamo di averle sentite tutte, quando l’attuale presidente della Giunta, in piena campagna elettorale, piazzò Novi Ligure in Liguria. Ma forse anche questa volta è tutta colpa delle imminenti elezioni: non sarà che l’assessore al turismo, pensando che l’Emilia Romagna sia nella Circoscrizione 1 e quindi terreno di possibili voti, abbia voluto farsi bello agli occhi degli emiliani inserendo questa foto nella promozione turistica ligure? E sì, assessore…”Liguria is something else”. Infatti, quello della foto è il lago Nero dell’Alta Val Nure, nel piacentino».

Leggi anche:  Muzio: «Non cambio casacca, resto in Forza Italia»

Ma Giovanni Toti rigetta l’accusa: già, perché i monti sullo sfondo sarebbero comunque quelli liguri, il Maggiorasca ed il Bue, della Val d’Aveto, e dunque non vi sarebbe nulla che non va nella foto: «Pensavamo di averle sentite tutte ma proprio tutte da parte del Movimento Cinque Stelle, ma mai ci saremmo aspettati che la politica del cambiamento riguardasse anche il punto da cui si scatta una foto. Oppure i Cinque Stelle, che apprendono le loro notizie da giornali on line, pretendono che esista una distanza obbligata da cui fotografare i bei monti della Liguria?», risponde piccato Toti. «Particolarmente grave, oltre che falso», chiosa in conclusione il governatore ligure, «dichiarare che la foto sia stata scippata. Liguria international ha lanciato una manifestazione di interesse per ricevere immagini della Liguria, e tra le varie immagini che sono state inviate, è arrivata anche questa. In più, è il caso di dirlo, la foto è scattata sulle vette che sono la porta d’ingresso della Liguria, il paesaggio che si vede di fronte sono i monti della val d’Aveto, il Maggiorasca e il Monte Bue, altro che Emilia».

E vabbe’, in un modo o nell’altro, “La Liguria è qualcos’altro”. Intanto, la rete se la ride: come darle torto?