In bicicletta da Ventimiglia(IM) a Ceparana (SP) passando per la Val Fontanabuona e il Tigullio attraverso un percorso di 440 km attraverso l'”Alta Via dei Monti Liguri”.

In bicicletta lungo l’Alta Via dei Monti Liguri

La pregevole iniziativa è stata presentata ieri, venerdì 4 maggio, a Genova da Giampiero De Zanet, guida ambientale escursionistica, e rispecchia pienamente sia le modalità innovative che le finalità del progetto ed è tesa a valorizzare l’itinerario avvalendosi di mezzi tecnologici e sostenibili (bicicletta elettroassistita). Si tratta di un viaggio raccontato tappa dopo tappa, che partirà il 23 maggio e terrà un continuo contatto attraverso i social media con gli utenti. Un percorso ad anello, secondo lo schema treno+bici, senza ausilio di mezzi di trasporto propri. Da Ventimiglia a La Spezia in treno sulla costa, ritorno in bicicletta nell’entroterra, dagli Appennini fino al passaggio nelle Alpi Liguri.

L’evento è patrocinato dai Gal Liguri, in coordinamento tra loro, enti che hanno in cantiere importanti azioni per il mantenimento e lo sviluppo della infrastruttura quale la “Valorizzazione dell’Alta Via dei Monti Liguri, da sentiero di crinale a rete di persone” progetto di cooperazione tra i cinque GAL Liguri: Agenzia di Sviluppo GAL Genovese (capofila), Riviera dei Fiori, Valli Savonesi, Verde Mare, Provincia della Spezia afferente la Misura 19.3 del PSR 2014-20. Il progetto è finalizzato alla creazione ed alla gestione di un prodotto turistico regionale innovativo, integrato e sostenibile, basato sulla valorizzazione dell’AVML e sulla sua trasformazione da sentiero di crinale a rete di persone, grazie al coinvolgimento delle imprese turistiche, delle realtà agricole, delle associazioni che tuttora conservano e custodiscono il patrimonio montano ligure. L’iniziativa è stata presentata ieri, venerdì 4 maggio, a Genova alla presenza, tra gli altri, l’assessore regionale all’Agricoltura Stefano Mai.