Il Golfo Paradiso tra i 52 posti da visitare nel 2019. Da diversi anni il The New York Times indica, nei primi giorni di gennaio, una cinquantina di posti in tutto il mondo che per vari motivi consiglia di visitare durante l’anno. La classifica è realizzata in base alle indicazioni dei corrispondenti che il New York Times ha in tutto il mondo. Quest’anno compare anche una bella fetta di Levante ligure, in particolare al 25° consiglio compare il Golfo Paradiso con Pieve Ligure, Sori, Recco e Camogli.

«Le famose perle della Riviera Ligure, ovvero Portofino, Cinque Terre, Portovenere, sono ormai travolte dai turisti, un problema talmente acuto che in alcune aree le autorità hanno discusso le misure per arginare il flusso dei gitanti. Ma a poche miglia di distanza, tra l’affascinante Portofino e il porto industriale di Genova, rimane una tranquilla striscia di costa raramente esplorata dai viaggiatori nella regione – scrive Ingrid Williams -. Conosciuto come il Golfo Paradiso, questo piccolo golfo è la patria di cinque villaggi spesso trascurati, tra cui Camogli, un pittoresco borgo di pescatori affascinante come qualsiasi delle Cinque Terre. Gli italiani si vantano della rinomata cucina locale: acciughe appena pescate, trofie arrotolate a mano e focacce ripiene di formaggio della città di Recco, una specialità che ha recentemente guadagnato lo stato I.G.P., una prestigiosa denominazione italiana per prodotti alimentari di qualità. Oltre ai pasti, esplorare i giardini fioriti a Pieve Ligure, le spiagge di Sori e l’abbazia romanica di San Fruttuoso, che è accessibile solo in barca o dopo una lunga camminata sudata».