Il Levante piange la scomparsa del sindacalista Giuseppe Stevané. 82 anni, è mancato ieri, domenica 27 gennaio, all’ospedale di Rapallo.

Funerali in forma civile a Riva Trigoso

I suoi funerali saranno celebrati domani, martedì 29 gennaio alle 15 a Riva Trigoso, in forma civile. “Giuseppino” era stato operaio aggiustatore dal 1954 nei cantieri navale di Riva Trigoso, Per anni era stato delegato sindacale Fiom Cgil. Lascia una moglie, Gianna, un figlio, Stefano, un fratello, Alberto e tutti coloro che ha conosciuto.

Le sue memorie nel libro “I padroni del vapore”

Nel 2017 un bagno di folla aveva salutato l’uscita del libro “I padroni del vapore” che, edito da Internòs e curato dallo storico Sandro Antonini, raccoglieva le memorie di Giuseppe Stevané, operaio e delegato sindacale Fiom Cgil all’interno dello stabilimento rivano di Fincantieri dal 1954 ai primi anni 90.

Il libro era stato presentato al pubblico il 28 ottobre 2017, nei locali dell’allora nuova biblioteca di Riva Trigoso: «Si tratta di un lavoro unico, che prende in esame aspetti della realtà industriale del Tigullio finora mai analizzati – aveva spiegato il curatore -. Un’autobiografia sindacale, che sconfina nei ricordi personali di vita vissuta oltre la fabbrica». In una sala assai gremita Antonini e Stevané avevano ripercorso insieme vari passaggi che hanno portato dalla nascita della Federazione lavoratori metalmeccanici all’unità di fatto del sindacato, fino alla rottura del patto unitario.