Il Levante ligure piange la scomparsa del giornalista e scrittore Emilio Carta. Aveva 72 anni.

Eclettico e legato alla Liguria, al mare e alle tradizioni

Conosciutissimo nel territorio, era nato a Rapallo, dove viveva e lavorava, il 20 gennaio 1946. Prima di approdare al giornalismo, tra il 1968 e il 1971, con la qualifica di Ufficiale alle Telecomunicazioni, ha fatto il giro del mondo su navi battenti “bandiera ombra” attraversando più volte l’Atlantico e l’Oceano Indiano, risalendo grandi fiumi come il Karnapuli River, nel Pakistan Orientale, il Niger e il Congo in Africa. Responsabile per la Cultura al Comune di Rapallo per diversi anni, ha scritto per i quotidiani Avvenire, Il Lavoro e, per molti  anni, sul quotidiano ligure Il Secolo XIX. E’ stato anche il primo direttore del nostro settimanale Il Nuovo Levante. L’ultima impresa, essere direttore del mensile Il Mare. Ha scritto tantissimi libri, molti legati alla cultura del mare ma non solo. Tra i suoi sport preferiti, il golf e il tennis. Carta era decisamente estroverso, basti pensare al famoso scherzo dell’oro nel Boate architettato in occasione del 1° aprile. Mancherà a molti. Ciao, Emilio.

 

Leggi anche:  I bambini del ponte Morandi ospiti di Babbo Natale a Rapallo