I due vicepremier Matteo Salvini e Luigi Di Maio puntano il dito contro Autostrade per l’Italia.

Di maio chiede le dimissioni dei vertici di Autostrade e Salvini parla di revoca delle concessioni

Mentre si scava ancora tra le macerie nella speranza di trovare ancora qualche persona viva, la polemica sulla responsabilità del tragico crollo del ponte avvenuto ieri assume un richiamo nazionale.

“I responsabili hanno un nome e un cognome e sono Autostrade per l’Italia – ha dichiarato Di Maio a Radio Radicale – Dopo anni che si è detto che le cose dai privati sarebbero state gestite molto meglio, ci troviamo con uno dei più gradi concessionari europei che ci dice che quel ponte era in sicurezza. Queste sono scuse. Autostrade deve fare la manutenzione e non l’ha fatta. Prima di tutto si dimettano i vertici”.

Anche il ministro Salvini accusa Austostrade e su twitter parla di revocare le concessioni alla società:

“Nostro dovere sarà controllare tutte le opere pubbliche segnalate da sindaci e cittadini, e individuare i colpevoli di questo disastro che non resterà impunito. La revoca delle concessioni è il minimo che ci si possa aspettare ed una società, come quella che gestisce quel tratto autostradale, che fa miliardi di utili deve spiegare agli italiani perché non ha fatto il possibile per reinvestire una parte di quegli utili in sicurezza”.