Giovedì 11 Aprile, alle ore 10 il Dirigente Scolastico dell’I.I.S. G. Caboto di Chiavari, Glauco Berrettoni,  accompagnato dai docenti Sabrina D’Isanto e Daniele Secli, dagli studenti della IV D e dalla proprietaria dell’Azienza AlfanaDaniela Inzerillo, consegnaranno all’Istituto Giannina Gaslini di Genova la somma di euro 1000,00 raccolti con con la vendita dei manufatti realizzati dagli studenti dell’indirizzo Grafico, nella mostra Qui, Quo, Qua…dri.

Il Caboto consegna l’assegno per il Gaslini

Da alcuni anni, infatti,  agli studenti delle scuole superiori è richiesta la partecipazione a esperienze di Alternanza Scuola-Lavoro: per alcuni periodi dell’anno, i ragazzi vengono inseriti all’interno di aziende per avere un contatto diretto e formativo con il mondo del lavoro.

Anche Alfana, azienda di rilievo internazionale nella produzione di borse e pelletteria, attiva da quarant’anni sul nostro territorio, è stata coinvolta in questi percorsi. Una delle novità, è stata  la creazione di una mostra: gli stagisti, provenienti dall’Istituto Caboto(indirizzo tecnico grafico), con diversi scarti di lavorazione delle borse, cuoio e vari tipi di pelle e stoffe hanno creato dei quadretti: a loro è stato chiesto a chi donare il ricavato e sono stati scelti i bambini dell’Ospedale Gaslini.

Leggi anche:  Fondi per il maltempo

I ragazzi si sono divertiti a mettere insieme diversi tipi di pelli colorate e diversi materiali, realizzando, oltre ai quadretti anche portachiavi e pupazzetti; uno dei ragazzi ha, inoltre, creato diversi tipi di collane, bracciali e collari per cani e gatti.

Questi quadri sono stati ideati con tanto amore e voglia di fare, soprattutto per riuscire a donare un aiuto concreto ai bambini ricoverati nell’Ospedale genovese.

“Si tratta, senza dubbio, di una cifra decisamente piccola, ma quello che è importante è stato far comprendere agli studenti ed allacittadinanza l’importanza di testimoniare , concretamente,la propria vicinanza  a chi quotidianamente vive situazioni di estrema difficoltà fisica e psicologica. Un particolare ringraziamento, oltre che ai docenti ed agli alunni che sono prodigati in tale lavoro, va sicuramente all’Azienda Alfana che, grazie a Donatella Inzerillo, si è prodigata al massimo per la riuscita della manifestazione.”.