Il Caboto di Chiavari vince ancora e conquista… l’Africa. Per il secondo anno consecutivo, gli studenti hanno vinto il concorso bandito da Assicalzaturifici e dal Miur.

Il concorso quest’anno dedicato al Continente Nero

Dopo l’Asia, la scarpa ideata dai grafici del Caboto conquista l’Africa. Il tema della 19° edizione del concorso, infatti, quest’anno era dedicato al Continente Nero: “Africa. in cammino verso il futuro”.

Punto di partenza del Concorso, il riconoscimento che l ’Africa, la culla dell’umanità, è un continente quasi isolato geograficamente dagli altri, ma i cui colori e culture hanno influenzato da sempre gli uomini di altre civiltà. Una grande varietà di ambienti ed ecosistemi, molti dei quali sono unici al mondo, e la varietà e l’unicità degli animali che la popolano ne fanno un universo affascinante.

La sua arte e il suo artigianato, molto apprezzati in Occidente, rappresentano ancora oggi un segno distintivo dell’economia e della cultura locale. Non a caso è stata dunque coniata l’espressione “mal d’Africa”, che indica il malessere e la nostalgia che subentrano spesso in chi ritorna da un viaggio in quel continente, al ricordo dei giorni trascorsi e del caleidoscopio di incontri, di suggestioni, di immagini, di emozioni.

Leggi anche:  Allerta gialla, forti piogge e vento: alcune vie a Chiavari e Lavagna già allagate

L’idea più originale l’hanno portata gli alunni della classe III D del corso Tecnico-Grafico

Partendo da tali assunti gli studenti dovevano essere in grado di sviluppare il tema del concorso, avendo come punto di riferimento la calzatura, creando opere originali in grado di trasmettere una visione personale. Gli alunni della classe III D del corso Tecnico-Grafico, sotto la guida dei prof Sabrina D’Isanto, Floriana Bonanno e Daniele Secli sono riusciti nel’intento risultando vincitori.

La scarpa cabotiana verrà rivelata al pubblico nel corso della cerimonia di premiazione che avverrà il 18 setttembre 2018 a Milano, durante il Micam, la Fiera Internazionale della Calzatura.