Recco, Carlo Gandolfo: «Con Ponte di Legno un gemellaggio da consolidare nel futuro».

Rinnovato il gemellaggio fra la città del Golfo Paradiso e Ponte di Legno

In occasione della domenica delle Palme la città di Recco rinnova il gemellaggio con Ponte di Legno. Ricordando Emilio Razeto, detto Milio, che 63 anni fa con un manipolo di coraggiosi raggiunse l’Alta Val Camonica per dare vita a questo incontro tra due comunità, anche l’assessore all’Urbanistica e Attività Produttive, Carlo Gandolfo, con il sindaco Dario Capurro e l’assessore Caterina Peragallo ha salutato ieri l’arrivo della staffetta podistica e questa mattina, sotto un’intensa nevicata, ha partecipato al suggestivo momento dell’omaggio delle palme alla comunità dalignese.

«I podisti di Recco e Ponte di Legno hanno portato a termine la staffetta podistica percorrendo quei 363 km che separano la nostra città dalla cittadina dell’Alta Val Camonica – ha dichiarato Gandolfo – mantenendo viva una tradizione nella tradizione. Una consuetudine che si rafforza anche con il dono delle palme, un gesto di amicizia che costituisce il richiamo alla pace fra due popolazioni che subirono terribili sofferenze nel corso di due guerre diverse. Credo moltissimo in questo gemellaggio e spero che nel futuro si intensifichino gli scambi con Ponte di Legno, soprattutto pensando alle giovani generazioni e all’importante messaggio di pace che queste iniziative custodiscono».