Si svolgeranno domani le audizioni in Regione per la raccolta e la commercializzazione dei funghi relativamente alla proposta di legge dei consiglieri regionali Claudio Muzio e Angelo Vaccarezza.

Prevista l’introduzione della pettorina rifrangente per i fungaioli

Domani alle 10.30 in consiglieri Muzio e Vaccarezza incontreranno i sindaci. L’incontro si svolgerà presso la Commissione Attività Produttive del Consiglio Regionale e saranno coinvolti i sindaci, i presidenti degli Enti Parco, i rappresentanti dell’Unione Fungaioli Italiani, i presidenti dei Consorzi. Si discuterà sulla raccolta e la commercializzazione dei funghi relativamente alla proposta di legge dei consiglieri regionali di Forza Italia Claudio Muzio e Angelo Vaccarezza, che prevede per i cercatori di funghi l’introduzione dell’obbligo di indossare una pettorina rifrangente. Tale proposta era stata depositata da Muzio e Vaccarezza alla fine di ottobre del 2017, dopo l’incidente di caccia che aveva causato la morte del fungaiolo Roberto Viale a Bardineto, in provincia di Savona.

“Sarà un momento di confronto molto importante – dichiara il consigliere Muzio – Ascolteremo con attenzione tutti i pareri che ci verranno forniti, con l’obiettivo di giungere al miglior testo possibile da portare in Aula. Voglio ricordare – sottolinea il consigliere regionale di Forza Italia – che lo scopo della nostra proposta di legge è quello di garantire ai cercatori di funghi maggiore sicurezza, in particolare nel periodo di esercizio dell’attività venatoria, così come maggiore visibilità. Sono due necessità di cui sono convinto, non soltanto in ragione della tragica vicenda di Bardineto, ma anche alla luce delle notizie di questi ultimi giorni, che mostrano come sia in crescita il numero di fungaioli che si perde nei boschi: la pettorina – conclude Muzio – potrebbe rappresentare uno strumento utile a facilitarne la rintracciabilità”.