Rendere Camogli una città bella da vivere. È questo il disegno della lista “Scelgo Camogli”, guidata da Francesco Olivari che si presenta alle elezioni del 10 giugno: “un gruppo di donne e uomini che si candidano ad amministrare la città con competenza ed entusiasmo – spiega – unendo esperienza politica, sensibilità verso i bisogni materiali e immateriali delle persone e una grande capacità di visione”.

“Una squadra che guarda al futuro a partire dal territorio: ecco le nostre priorità”

Ai candidati storici Italo Mannucci, Oreste Bozzo, Elisabetta Pinotti e Agostino Revello, che si sono distinti nelle precedenti amministrazioni per la loro competenza progettuale e realizzativa, si affiancano nomi nuovi che porteranno energie fresche e idee innovative.

“Una squadra che guarda al futuro a partire dal territorio, con le sue risorse umane e paesaggistiche, la sua storia, la sua identità – dcono – Ambiente, cura degli spazi, cultura, storia, innovazione, turismo sono solo alcuni dei temi portanti del nostro programma, frutto di un lungo lavoro di analisi, ascolto e confronto, che mira a rendere Camogli un borgo vivo, polo d’attrazione non solo turistica e gastronomica, ma anche culturale e tecnologica, gioiello della riviera ligure e modello per il Paese”.

Il cuore del programma

“L’attenzione alla città, come insieme armonico di infrastrutture, patrimonio storico e naturalistico, cittadini, visitatori e attività commerciali, è il cuore di questo programma, che trova efficace rappresentazione già nel logo, dove il profilo della città emerge dai due elementi che più la rappresentano – spiega Olivari – da un lato il blu del mare, dell’Area Marina Protetta, con il suo ecosistema unico nel Mediterraneo, meta del turismo subacqueo e oggetto di studi internazionali, della sua storia di borgo marinaro abitato da sapienti armatori, costruttori di velieri e abili pescatori, della qualità delle sue acque, premiate dalla Bandiera Blu, riconoscimento internazionale di una gestione del territorio all’insegna della sostenibilità; dall’altro il verde del Parco di Portofino, oggi Parco Nazionale, con il suo patrimonio floristico e faunistico tra i più importanti in Italia, la sua storia di fortezze e santuari, dal Castello della Dragonara al Santuario della Madonna del Boschetto,  e la sua tradizione culinaria nota e apprezzata”.

Leggi anche:  "Mamme, non siete sole", è nato un portale dedicato

Diverse le priorità

“Una realtà che la  lista “Scelgo Camogli” intende valorizzare attraverso proposte concrete e mirate, in un’ottica di rilancio e di riqualificazione. “Con il nostro programma vogliamo incentivare la residenzialità con precise azioni mirate – spiega – mettere in atto speciali politiche; per i giovani; offrire opportunità di crescita personale e lavorativa, iniziative di formazione avanzata e occasioni di confronto e di intrattenimento di qualità (sagre, festival, eventi culturali, spettacoli musicali e teatrali e incontri letterari); migliorare la cura e l’accessibilità degli spazi (spiaggia, strade, architetture) e la mobilità nel centro cittadino; rafforzare le sinergie con i centri di innovazione dell’area ligure e incentivare un turismo affezionato e di qualità, attraverso speciali pacchetti-eventi, che propongano ai visitatori un ampio ventaglio di itinerari culturali tra storia, ambiente e cucina”.