Una delegazione di Forza Italia, guidata dall’on. Roberto Bagnasco e dal consigliere regionale Claudio Muzio, prenderà parte questo pomeriggio, a Genova, alla “Marcia della Memoria” promossa e organizzata dalla Comunità ebraica del capoluogo ligure, dalla Comunità di Sant’Egidio e dal Centro Culturale “Primo Levi”. La manifestazione ricorda il tragico evento dell’inizio della deportazione degli ebrei genovesi, che ebbe luogo il 3 novembre del 1943 con la cattura dell’allora rabbino capo Riccardo Reuven Pacifici e di altre venti persone circa.

“Si fa memoria di una delle pagine più buie della storia di Genova e della Liguria”

“Come ogni anno – dichiarano Bagnasco e Muzio – il nostro partito sarà presente a questo importante momento in cui si fa memoria di una delle pagine più buie della storia di Genova e della Liguria. Con la nostra partecipazione vogliamo esprimere la vicinanza e l’affetto di Forza Italia nei confronti della comunità ebraica e ribadire forte e chiara la nostra opposizione e contrapposizione ad ogni forma, vecchia e nuova, di odio e di antisemitismo, da qualunque parte essa provenga. Quello che ha subìto la comunità ebraica anche a Genova – proseguono i due esponenti di Forza Italia – è l’espressione di una volontà di male e di annientamento nei confronti della quale non vi sono e non vi possono essere attenuanti di sorta. L’amicizia col popolo ebraico fa parte del DNA del nostro movimento politico sin dalle origini – sottolineano ancora Bagnasco e Muzio – assieme alla proposta, più volte avanzata dal presidente Berlusconi nei suoi anni alla guida del governo, di accogliere lo Stato d’Israele all’interno dell’Unione Europea, perché l’ebraismo è parte integrante della nostra identità e delle nostre radici culturali. E’ con questa consapevolezza e con questi sentimenti che parteciperemo oggi alla Marcia della Memoria”, concludono.