Questa mattina nel Salone di Rappresentanza di Villa Durazzo l’Amministrazione comunale di Santa Margherita Ligure ha consegnato gli attestati di riconoscimento e le tessere di iscrizione all’albo delle merlettaie alle 33 donne che ne hanno fatto richiesta.

Le 33 merlettaie di Santa Margherita Ligure

Il comune di Santa Margherita Ligure, unico in Liguria, ha istituito – il 12 settembre 2018 – l’Albo delle Merlettaie per consentire alle donne che praticano questo antico mestiere di essere ufficialmente riconosciute, tutelate e incentivate. Alla cerimonia hanno preso parte il Sindaco Paolo Donadoni, il Vicesindaco Emanuele Cozzio, l’Assessore Betty Tassara, la responsabile dei servizi bibliotecari Marina Marchetti e il Vicesindaco di Portofino Giorgio D’Alia; Portofino che ha annunciato l’adesione al registro delle merlettaie. «Questo non è un riconoscimento per il nostro passato ma per il nostro presente e futuro – ha detto Tassara – onoriamo queste 33 donne, Merlettaie del comune di Santa Margherita Ligure di adesso».  Nell’occasione sono stati premiati i vincitori del concorso Le donne del tombolo e il gruppo In punta di penna ha eseguito letture ad alta voce.

Si ricorda che il il Comune di Santa Margherita Ligure partecipa al Progetto UNESCO per la richiesta del riconoscimento del pizzo tradizionale italiano a Patrimonio immateriale dell’umanità, come da protocollo d’intesa firmato a Venezia in data 13 giugno 2016 dall’Assessore Beatrice Tassara in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale.

Leggi anche:  Andrea Bernardin fa un passo indietro

A questo link l’elenco delle Merlettaie di Santa Margherita Ligure: http://comunesml.it/wp-content/uploads/2019/03/Elenco-delle-merlettaie.pdf