Oggi lunedì 15 aprile due diplomati dell’Istituto Natta De Ambrosis di Sestri Levante sono stati assunti dall’Istituto Italiano della Saldatura e avviati ad un programma di alta formazione. Hanno superato una dura e lunga selezione tra oltre 60 candidati provenienti da tutta la Liguria.

L’Istituto Italiano della Saldatura: a chi si rivolge

L’Istituto Italiano della Saldatura, Gruppo sito in Genova e punto di riferimento per tutti coloro che operano nel mondo della fabbricazione, del controllo, della gestione di componenti, strutture e impianti saldati, ha concluso la selezione dei candidati al Programma di Academy IIS 2019.
L’ Academy IIS è un percorso di alta formazione teorica e pratica della durata di tre anni, finalizzato a trasferire ai giovani le competenze costruite in azienda fin dal 1948 e, al contempo, a condividere i valori propri del Gruppo.
Si rivolge a giovani neo-laureati e neo-diplomati in materie tecnico-scientifiche, che vogliono intraprendere un percorso di alta specializzazione tecnica, da impiegare negli ambiti propri delle Società del Gruppo IIS: servizi di formazione, assistenza tecnico-scientifica, ingegneria, diagnostica, inspection & testing, analisi di laboratorio e certificazione.

Selezionati 60 giovani candidati

Nell’edizione del 2019 hanno partecipato oltre 60 giovani candidati, i quali sono stati selezionati sulla base delle proprie attitudini e, soprattutto, sui comportamenti e valori agiti durante percorso di selezione. I tre candidati finali sono stati assunti oggi 15 aprile presso l’Istituto Italiano della Saldatura dove, per i prossimi tre anni seguiranno un percorso di alta formazione professionale impegnando un investimento di circa 100mila euro.

Ecco chi è stato scelto

La dott.ssa Beatrice Duce, Responsabile Risorse Umane del Gruppo IIS, evidenzia come due dei tre giovani scelti (Lorenzo Calandriello ed Andrea Rivara) provengano dall’Istituto di Istruzione Superiore Natta De Ambrosis di Sestri Levante (mentre il terzo finalista Matteo Senzioni si è diplomato presso l’Istituto Italo Calvino di Genova).
“I ragazzi si sono distinti, oltre che per la preparazione scolastica, per il loro “saper essere”; le competenze tecniche si apprendono mentre è più complesso, e richiede sforzi maggiori, trasmettere valori quali il rigore etico, il rispetto, l’impegno, la dedizione e la passione.
La famiglia, ma anche la scuola, ricoprono un ruolo fondamentale in questo percorso di crescita di potenziali lavoratori capaci ma soprattutto di persone di valore, complimenti quindi ai professori e alle famiglie dei nostri giovani colleghi!”.

Leggi anche:  Schianto fatale in A12, autopsie per comprendere le cause dell'incidente

Un importante traguardo raggiunto da due ex studenti del Natta-Deambrosis

La dirigente scolastica del Natta-Deambrosis, Paola De Vincenzi, a titolo personale e a nome della scuola, esprime grande soddisfazione per l’importante traguardo raggiunto dai due ex-studenti e, soprattutto, per la prospettiva che li attende, quale occasione formidabile per poter implementare conoscenze, abilità e competenze, nonchè realizzare in età precoce le proprie aspirazioni professionali in un contesto notoriamente qualificato. Simili risultati rafforzano la convinzione che l’offerta formativa della scuola non possa davvero prescindere dall’attenzione che viene costantemente posta alla cura dello studente, seguito nello sviluppo integrale della sua persona e personalità, attraverso la costruzione di percorsi educativi e didattici mirati al raggiungimento di competenze, sia trasversali sia tecnico-professionali, necessarie per inserirsi in maniera produttiva e gratificante nei contesti lavorativi della più ampia collettività di appartenenza.

Il lungo percorso di conoscenza e competenza alimentato dall’Istituto Italiano della Saldatura fin dal 1948 continuerà, così, ad essere tramandato anche ai giovani talenti del Levante Ligure.

 

Da sinistra: l’ing. Pinca, direttore Academy IIS, Andrea Rivara, Matteo Senzioni (proviene dal Calvino di Genova), Lorenzo Calandriello e Beatrice Duce (responsabile Risorse Umane del Gruppo IIS.) con Andrea Rivara e Lorenzo Calandriello (i due ragazzi del Natta).