Un altro importante intervento di ripristino dopo la violenta mareggiata del 29 ottobre scorso è stato attivato sul territorio di Santa Margherita Ligure. La ditta incaricata sta operando da ieri sulla scogliera di sostegno del parcheggio di punta Pedale parzialmente crollato sotto i colpi delle onde.

Punta Pedale, iniziati i lavori di ripristino

In realtà l’affidamento riguarda diversi livelli di interventi ma tutti interconnessi – poiché causati dallo stesso evento calamitoso e rappresentanti potenziali criticità in caso di eventi meteorologici importanti – in modo da poter ottimizzare il materiale lapideo rimosso ottenendo un doppio risparmio sia in termini di smaltimento sia di acquisto. Questi sono: pulizia del tratto a mare in corrispondenza della foce del torrente San Siro e tratto intubato, parziale erosione della spiaggia di Ghiaia e appunto il ripristino del parcheggio punta Pedale. Il materiale estratto dalla parte tombinata del torrente, infatti, essendo di media pezzatura, è idoneo a effettuare i riempimenti a tergo della scogliera di sostegno del piazzale di punta Pedale.

Leggi anche:  Chiavari cardioprotetta: arriva il tredicesimo defibrillatore

«Si tratta di lavori che ordinariamente svolgiamo – spiega il Vicesindaco Emanuele Cozzio con delega alla Protezione Civile – tranne ovviamente quello relativo al parcheggio di punta Pedale. Un modus operandi che ci consente di mitigare il rischio idrogeologico e dare una risposta la più veloce possibile in termini di ripristino della normale attività cittadina. Il parcheggio di punta Pedale, ad esempio, è un importante hub per i pullman turistici diretti sul nostro territorio e va riattivato quanto prima».

Sono iniziati i lavori di ripristino del muraglione del parcheggio di punta Pedale #SantaègiàRipartita

Pubblicato da Donadoni Sindaco su Giovedì 29 novembre 2018