Calamità di inizio autunno, ecco come chiedere i rimborsi. Riguardo l’evento calamitoso di fine ottobre, a giugno, per i privati, scadono i termini per chiedere ristoro dei propri danni.

Rimborsi

Chi li ha subiti può presentare la documentazione redatta appositamente, per accedere ai rimborsi. Per fare fronte ai danni occorsi al patrimonio privato danneggiato a seguito dell’evento dell’autunno scorso, che ha flagellato la Liguria, sono state approvate le procedure attuative e la modulistica per l’attuazione della raccolta, della gestione e della rendicontazione dei contributi inerenti la “Misura 2” (febbraio 2019). Il decreto ministeriale prevede una serie di attività in capo ai privati e ai Comuni interessati, da concludersi, per i privati, entro giovedì 20 giugno, utile agli interessati per il riconoscimento di contributi per gli interventi che hanno dovuto affrontare. Per le attività il Governo ha previsto uno stanziamento ingente, di 4 milioni, di cui  3,7 milioni di euro sono destinati alle attività economiche colpite delle province di Imperia e Savona, mentre sono di 300mila euro quelli della provincia di Genova. Ora tocca ai privati. La spesa massima da chiedere in rimborso è di 150.000 euro, per le prime (80%) e seconde case (50%), comprese le relative pertinenze e se aumentano la resilienza dell’abitazione. I soggetti che hanno subito danni e che avevano presentato la scheda di segnalazione danni (mod. D), possono presentare al Comune l’apposita domanda di contributo (mod. MIS2_D) unitamente alla perizia asseverata, che è obbligatoria, utilizzando la specifica modulistica. Tutti i moduli sono disponibili sull’homepage del sito internet del Comune ( www.comune.sori.ge.it).  Le domande di contributo, debitamente compilate e sottoscritte, insieme ai relativi allegati, devono pertanto, essere presentate al Comune. Questo l’indirizzo: Ufficio Protocollo, Via G. Stagno, 19 – 16031 Sori; Pec: comune.sori.ge@halleycert.it. Successivamente il Comune provvederà con l’istruttoria delle domande pervenute, determinando i soggetti beneficiari, i danni ammissibili a contributo e il relativo importo. Si procede, poi, con la trasmissione dell’elenco riepilogativo delle domande accolte alla Regione. Maggiori informazioni possono essere richieste all’Ufficio Lavori Pubblici, referente Daniele Serra. Orari di ricevimento: martedì e giovedì dalle 10 alle 12; tel. 0185 733209;  email: lavori pubblici@comune.sori.ge.it.