«Abbiamo un sogno: la “Syma Dance” di Silvia Setaro prima in classifica in tutto il mondo!» Così dichiara X Factor Italia nella sua pagina Facebook. L’esibizione andata in onda giovedì 20 su Sky Uno e venerdì 21 in differita su Tv8, non è passata inosservata agli occhi più attenti, perché Silvia è un volto noto nel territorio: è infatti nata a Chiavari e nonostante abiti a Genova, bazzica spesso dalle nostre parti.

Nel bene e nel male la sua esibizione è tra le più viste

Ora la sua esibizione è tra le più visualizzate e commentate: nel bene e nel male (c’è chi ha apprezzato positivamente il suo show,«Ci hai fatto divertire, un momento di leggerezza ci voleva, sei stata te stessa» e chi invece preferiva vedere solo interpretazioni “serie”), il nome di Syma si sta facendo largo, nonostante sia stata fatta fuori con 3 voti su 4. L’unico “sì” è arrivato da Fedez, «e questo per me è una gran cosa, una soddisfazione e un onore» commenta Silvia, 41 anni.

«Di Mara Maionchi apprezzo la dura sincerità, quando manda le persone a quel paese lo deve fare, fa bene!» Asia Argento è stata confusa per Elena, ma fa niente. Silvia è simpatica così. Anche il commento di Manuel Agnelli, il quarto giurato, è già stato trasformato in un tormentone: «Speravo che ad un certo punto tu riuscissi decollare come un supereroe, sfondando il tetto del palazzetto e finendo nell’infinità astrale, ma non è successo e sono rimasto un po’ deluso».

Ama improvvisare, ma non è un’improvvisata

«Sono comunque contentissima di essere arrivata sino qui – continua Silvia – era uno dei miei sogni poter partecipare a questo programma che adoro e che mi sta regalando non poca notorietà. La gente mi ferma per strada, e spero che questa occasione possa essere un ulteriore trampolino di lancio per la mia carriera, da sempre voglio lavorare in televisione. Io son fatta così, amo improvvisare ma non sono improvvisata». Silvia ha partecipato ad alcuni Laboratori di Zelig e ora sta frequentando l’Accademia degli Artisti a Roma e Milano, ha fatto l’animatrice nei villaggi turistici italiani e all’estero, comparse nei film.

Leggi anche:  Torriglia, gli ospiti della casa di riposo in trasferta a Ri

Quell’incontro a Portofino con Madonna

Ha tanti sogni nel cassetto, come quello di fare un film. «Per me è fondamentale unire la comicità al canto e al ballo, è così da sempre: sul palco sono stata semplicemente me stessa e son contenta che in tanti l’abbiano capito. Prendo la vita con ironia». Tra i suoi miti c’è Madonna, incontrata negli Anni 80 a Portofino: «E’stata una gioia e una fortuna enorme incontrarla, siamo riuscite a parlare per pochi secondi, ero una bimba ma avevo già il desiderio di entrare nel mondo dello spettacolo». Un desiderio portato avanti con tenacia e determinazione negli anni.

«Nella Syma Dance c’è un po’ di tutto, soprattutto la mia passione per la musica da discoteca»

 

«Adoro anche Michael Jackson, e per i comici I Fichi d’India, Carlo Verdone, Renato Pozzetto. Grazie ad un mio amico sono riuscita a farmi notare dalla trasmissione (quest’anno alla 12sima edizione, ndr) e a giugno ho fatto l’esibizione che avete visto l’altro giorno. Che emozione! Nella Syma Dance c’è un po’ di tutto, soprattutto la mia passione per la musica da discoteca». Comunque vada, di Silvia in diversi hanno apprezzato la spontaneità: «Ha fatto il suo pezzo è stata scartata ed è andata via con lo stesso entusiasmo e lo stesso sorriso con cui è salita sul palco, diversamente da molti che sono andati via piangendo, sbuffando, polemizzando». Avanti così.