Le sezioni riunite della Corte dei conti ha rinviato al 3 aprile la decisione sul ricorso del Comune di Lavagna sul piano di riequilibrio finanziario per scongiurare il dissesto. A darne notizia l’edizione odierna de Il Secolo XIX.

I giudici dovevano decidere se accogliere il ricorso del Comune di Lavagna sul piano di riequilibrio per scongiurare il dissesto

I giudici del tribunale contabile di Roma hanno chiesto documenti integrativi per approfondire l’esame. Lo scorso 6 dicembre la Corte dei conti della Liguria ha bocciato il piano di riequilibrio di Palazzo Franzoni sul cui prolungamento, da cinque a dieci anni, aveva già espresso un parere non favorevole il ministero dell’Interno lo scorso 20 novembre nonostante l’accordo raggiunto con i creditori per dilazionare i pagamenti di importi ingenti al fine di consentire al Comune di Lavagna una maggiore flessibilità nella gestione della spesa.