E’ da pochi minuti terminato il consiglio dei ministri straordinario che si è svolto a Genova in Prefettura.

Decretato lo Stato di Emergenza

Il premier Giuseppe Conte, il ministro dello Sviluppo economico e vicepremier Luigi Di Maio, il ministro degli Interni e vicepremier Matteo Salvini, insieme al ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli e al governatore Toti si sono confrontati sulle misura da adottare.

Il Governo ha ufficialmente decretato lo Stato di Emergenza per 12 mesi e ha stanziato 5 milioni per i primi interventi di emergenza.

“Proclameremo una giornata di lutto nazionale, dobbiamo ancora individuare la data precisa – ha affermato il primo ministro Conte alla fine dell’incontro – Sono tragedie inaccettabili in una società moderna, abbiamo confermato la revoca della concessione ad Autostrade per l’Italia”.

Il premier ha rivolto un pensiero alle vittime e agli sfollati.

E’ salito da 440 a 632 il numero degli sfollati. Lo rende noto stamani la Regione Liguria via twitter.

Sono 311 le famiglie che hanno dovuto abbandonare la propria casa, al momento tutte sistemate per l’immediato grazie all’impegno del Comune di Genova. Gli sfollati occupano gli edifici situati sotto il pezzo di ponte rimasto intatto e nelle immediate vicinanze.

Leggi anche:  Sanità: abolito super ticket su ricette per gli under18