Rapporti tesi fra Colle Ecologico e amministrazione comunale, ora l’elisoccorso in tribunale.

Elisoccorso in tribunale, le cause al Tar

Sono sempre più numerose le cause pendenti al Tar  che riguardano i rapporti tra la Colle Ecologico e l’amministrazione comunale. In ordine di tempo, una delle ultime, interessa l’area dell’elisoccorso adiacente alla discarica di inerti di Colle Caprile. Andiamo per ordine, nei mesi scorsi l’amministrazione comunale ha emesso un’ordinanza affinché la piazzola di atterraggio venga rimossa e la Colle Ecologico proceda al ripristino dei luoghi rimuovendo il materiale abbancato adoperato per realizzarla. Trattandosi di un’area sottoposta a vincolo paesistico è automaticamente scattata la denuncia alla procura della Repubblica di Genova per abuso edilizio. Insomma un guaio per la proprietà e il progettista. La Colle Ecologico per la realizzazione dell’opera aveva presentato in Comune una Dia (Dichiarazione inizio attività) però priva di alcune autorizzazioni. A seguito di un sopralluogo il responsabile dell’ufficio tecnico accertava come l’elisoccorso e la strada d’accesso erano praticamente ultimati in assenza di titolo edilizio. Inoltre la strada d’accesso in alcuni tratti interessa l’area della discarica di inerti. Conseguentemente era scattata la segnalazione agli enti superiori e alla procura di Genova. Quanto accaduto aveva dato il via ad una sorta di “guerra di manifesti” da parte della Colle Ecologico. Sui muri aveva stigmatizzato il comportamento dell’amministrazione, ovviamente non si era fatta attendere la risposta da parte del Comune. Ora dalle pareti della Valle de Recco la querelle approda  al Tar dove la Colle Ecologico ha ritenuto rivolgersi. Il Comune ha però deciso di resistere in giudizio. Ai magistrati, nei prossimi mesi, l’ardua sentenza.