«Non è un buon Natale per il Tigullio, per le sue attività economiche e per i lavoratori»: così chiosa Andrea Sanguineti, portavoce della Cisl Tigullio Area Metropolitana.

Sanguineti si riferisce ai gravi danni delle mareggiate del 29 e 30 ottobre, e, più in particolare, alle proporzionalmente poche risorse che l’emendamento alla finanziaria (annunciato dal Sottosegretario Rixi ieri) metterebbe a disposizione per gli interventi sulle coste martoriate: «Se non erriamo (auspichiamo smentite) i soldi stanziati dal governo per la Liguria sono una miseria, sette milioni, quando per il solo nostro territorio ne servirebbero oltre cento milioni», attacca la Cisl. «Nemmeno un euro per gli ammortizzatori sociali a favore dei lavoratori coinvolti, nonostante le ripetute richieste presentate dai sindacati confederali anche tramite il prefetto di Genova».

Ma un altro “pessimo regalo di Natale”, sempre portato da Rixi, è l’affermazione che per il Tunnel della Fontanabuona al Ministero non esisterebbe alcun progetto concreto. «Anni di confronti, documenti, progetti, battaglie di sindaci, forze sociali, dell’intera comunità della valle, tuttto inutile, il tunnel della Valfontanabuona non solo non si finanzia, non esiste si è sciolto come neve al sole. Anche questo anno è passato senza nessun progetto, o almeno una idea , una proposta relativa al potenziamento della rete stradale tra costa ed entroterra; le migliaia di pendolari tra Chiavari, Lavagna ed entroterra attendono da anni una nuova viabilità, anche su questo tema silenzio assoluto».

Leggi anche:  Ritardi sulla linea di Levante, l'assessore Berrino: «Cause esterne alla rete ferroviaria ligure»

Sanguineti conclude con un auspiscio dal retrogusto amaro: «Speriamo che nel 2019 il comprensorio alzi la sua voce, auspichiamo una sola voce, nei confronti del Governo, in attesa che i parlamentari eletti in questo territorio “battano un colpo”».