Rapallo, la rinata Settimana dello Sport ricomincia dal ricordo di Loredana Piaggio, senza la quale la manifestazione, forse, oggi non esisterebbe.

Settimana dello Sport, stamane la sfilata inaugurale

I palloncini bianchi, liberati dai ragazzi dell’Istituto Liceti, salgono nel cielo: è l’omaggio alla professoressa Loredana Piaggio, scomparsa prematuramente lo scorso dicembre, che ha contribuito in maniera determinante al ripristino de “La nuova Settimana dello Sport”, evento che rispecchia l’iniziativa ideata negli anni Settanta dal compianto capitano Umberto Ricci e tornata in auge tre anni fa grazie alla sinergia tra amministrazione comunale di Rapallo e Zoagli, istituti scolastici, associazioni sportive e comitati cittadini.

La manifestazione è stata inaugurata questa mattina con la tradizionale sfilata, che ha preso il via dal Chiosco della Musica per poi percorrere un tratto del lungomare, via Mazzini, piazza Cavour e piazza Canessa prima di raggiungere la palestra della Casa della Gioventù. Le gocce di pioggia che hanno preso a cadere non hanno guastato l’atmosfera di festa: cappellini e girandole colorate, i sorrisi dei bambini delle scuole cittadine, le note del corpo bandistico “Città di Rapallo” e le voci dei bimbi del Piccolo coro San Girolamo Emiliani hanno accompagnato il corteo fino alla seconda parte della cerimonia di inaugurazione, presentata da Andrea Molinari.

La cerimonia, il suo significato e la targa in memoria della professoressa Piaggio

«Quello di riattivare la Settimana dello Sport era un sogno, soprattutto per chi, come me, aveva partecipato alle edizioni di un tempo – ha sottolineato il primo cittadino Carlo Bagnasco – Ci siamo riusciti grazie a un importante lavoro sinergico con varie realtà e comprensoriale con il Comune di Zoagli. Ringrazio tutte le associazioni, i comitati, le persone che hanno reso possibile tutto questo. Un pensiero doveroso alla professoressa Piaggio, che ho avuto la fortuna di conoscere: è soprattutto grazie a lei se oggi siamo qui».

Leggi anche:  Casarza, circolazione interrotta a fine mese sulla Sp 38

«Fare sport significa fare squadra: proprio la forza e la collaborazione di un team composto da tante persone ha permesso di ripristinare questo evento così caro ai bambini, veri protagonisti della Settimana dello Sport» ha osservato Vittorio Pellerano, consigliere allo Sport del Comune di Rapallo, mentre il suo omologo del Comune di Zoagli Massimiliano Amantini ha posto l’attenzione su un concetto molto importante: «Il vero sportivo – ha detto – è colui che sa accettare le sconfitte e trova la motivazione per rialzarsi e provare a fare sempre meglio». Sul connubio tra sport e settore turistico ha invece focalizzato l’attenzione l’assessore al Turismo del Comune di Rapallo Elisabetta Lai. Per l’amministrazione comunale di Rapallo erano inoltre presenti il presidente del consiglio comunale Mentore Campodonico, i consiglieri Filippo Lasinio (Pubblica Istruzione), Alessandro Mazzarello e Elisabetta Ricci, che ha ricordato la figura del papà Umberto.

Commozione nel momento in cui i rappresentanti delle civiche amministrazioni dei due Comuni tigullini hanno consegnato una targa commemorativa e di ringraziamento ai familiari della professoressa Loredana Piaggio, «che amava ripetere agli alunni di credere nelle loro potenzialità » ricorda Mariabianca Barberis, preside dell’Istituto Liceti.

La cerimonia è proseguita con le esibizioni degli atleti di numerose società sportive rapallesi che si sono cimentati nelle rispettive discipline tra gli applausi dei piccoli spettatori. Le attività ludico-sportive della Nuova Settimana dello Sport prenderanno il via lunedì prossimo, 12 marzo, per concludersi il 19 marzo con la cerimonia di chiusura.