Futuro della casa di riposo Pietro Torriglia di via Preli e possibili progetti d’ampliamento. I consiglieri del gruppo Noi di Chiavari Roberto LevaggiDaniela Colombo e Silvia Garibaldi, hanno protocollato a Palazzo Bianco la richiesta di convocazione di una commissione comunale con la presenza del presidente Arnaldo Monteverde e i membri del consiglio d’amministrazione del Torriglia.

La richiesta

“Vogliamo dibattere sulle intenzioni che ha l’amministrazione in merito all’area Torriglia, dopo le ultime dichiarazioni del Sindaco Marco Di Capua”.

Non è tardata la replica del primo cittadino:

“La mia amministrazione ha deciso che nell’area Preli-Torriglia e sulla collina delle Grazie non vengano realizzate nuove residenze. Nella zona abbiamo pianificato impianti sportivi (tennis), parcheggi pubblici, aree verdi, passeggiata a mare, strutture ricettive (alberghi) e strutture riabilitative (ampliamento del Torriglia). Sulle aree private, sarà l’Istituto Torriglia in autonomia a presentare i progetti che vorrà realizzare e che, ovviamente, dovranno essere compatibili con il nostro PUC e approvati dal Comune. Il gruppo “Noi di Chiavari” si rivolga direttamente all’istituto Torriglia, domandando se gli affittuari della collina abbiano adempiuto al contratto di affitto di 50 anni”.