Contributo di 500 euro per i dipendenti del settore artigianato con figli a carico in età scolare, il risultato dei Sindacati attraverso l’Ente Bilaterale Ligure.

Il contributo per il passato anno scolastico

L’artigianato è uno dei settori storicamente più difficili da tutelare, per ragioni di frammentazione delle attività produttive, di composizione di piccole aziende a conduzione familiare e spesso addirittura individuale, caratterizzato perdipiù da contratti di lavoro diversi tra loro. Ciononostante Cgil, Cisl, Uil attraverso l’Ente Bilaterale Ligure (Eblig), costituito dalle organizzazioni sindacali e dalle associazioni datoriali dell’artigianato, sono riuscite anche quest’anno a mettere in campo strumenti di aiuto per le famiglie dei dipendenti del settore artigiano.

Per i lavoratori delle aziende iscritte all’Ente, le risorse per il sostegno alla famiglia rappresentano, così come accaduto anche negli anni passati, un aiuto concreto per chi ha figli in età scolare. Il contributo, fino a 500 euro, è destinato a coloro che nell’anno scolastico 2016/2017 hanno avuto un figlio a carico, sino a 26 anni, iscritto a: asilo nido, scuola materna, scuola primaria, scuola secondaria inferiore o superiore, corsi di formazione professionale, università, studi universitari o master. Tramite gli sportelli sindacali di Cgil, Cisl, Uil della Liguria sino al 15 Novembre 2017 sarà dunque possibile richiedere un sostegno al reddito, studiato per andare incontro ai bisogni dei nuclei familiari dei lavoratori del settore, in un momento importante come quello l’educazione dei figli.

Leggi anche:  Messa in sicurezza del litorale: previsti rilievi georadar del fondale marino

«Strumenti di welfare come questo testimoniano – sono le parole di Massimo Cappanera, Marco Granara e Lucio Roncarati di Cgil, Cisl e Uil Liguria – come la bilateralità sia uno strumento della contrattazione che produce effetti positivi per tutto il sistema, non solo nell’ambito dell’artigianato ma anche in quello sociale, affiancandosi ad altri come Sanarti, il fondo sanitario integrativo che rimborsa molte prestazioni anche non coperte dal servizio sanitario nazionale (ad esempio cure odontoiatriche), oppure Fondartigianato, il fondo che contribuisce ai costi per la formazione dei lavoratori per migliorarne la professionalità, contribuendo alla competitività delle imprese e del settore.
Alla luce dei risultati che si stanno ottenendo per i lavoratori, Cgil, Cisl, Uil, ritengono importante un impegno costante non solo del sindacato ma anche di altri soggetti, comprese le istituzioni per le loro competenze, in modo da sostenere un settore in difficoltà ma fondamentale per il tessuto economico ligure».