Un nuovo polo sociosantitario, a due passi da quello culturale multifunzionale di Villa Sottanis.

Stagnaro: “Oltre all’ambulatorio spazi per l’Avis”

La Soprintendenza ha espresso parere positivo, ed entro fine mese si concluderà la gara per l’affidamento dei lavori di riqualificazione dell’edificio che fino a pochi anni fa ospitava la sede del Corpo Forestale dello Stato. Un immobile di pregio, facente parte del complesso della villa, un tempo scuderia della famiglia nobiliare che vi risiedeva, e che ora andrà ad ospitare la sede della Croce Verde e un ambulatorio a servizio della Asl 4 e dell’Avis.

“I lavori prevedono la ristrutturazione degli interni, nel rispetto dei dettami della Soprintendenza, che impone ad esempio di preservare i pavimenti, che sono molto antichi – spiega il sindaco Giovanni Stagnaro – . Anche la zona antistante l’edificio verrà riqualificata, dotata di pavimentazione e illuminazione, rendendola più funzionale anche alle vicine attività commerciali”.

Al pian terreno dello stabile sorgeranno la reception con sala d’attesa per il pubblico e il centralino; tramite una scala interna sarà possibile accedere al piano superiore, che ospiterà gli alloggi, la cucina e gli spogliatoi a servizio dei militi.

“Verrà ricavato un ulteriore locale, che rappresenterà l’ambulatorio vero e proprio, destinato ai prelievi e alle visite mediche che la Asl 4 riterrà idonee – aggiunge il sindaco – . Anche l’Avis finalmente potrà fruire di questo locale e anche della piazza antistante, per posizionare il camper utilizzato durante le consuete raccolte”.

Non è tutto: novità in vista anche per il passaggio che conduce alla palestra e alla scuola secondaria di primo grado.

“Grazie ad un ribasso d’asta potremo sistemare la pavimentazione di questo “caruggetto”, che gli studenti percorrono ogni giorno per raggiungere i locali scolastici e la palestra – precisa Stagnaro – . Lo metteremo in sicurezza, intervenendo in particolare sulla pavimentazione”.

I vicini locali di via Annuti, una volta svuotati per il trasferimento della Croce Verde, andranno ad ospitare un centro diurno per anziani, che verrà gestito da una delle tante associazioni attive sul territorio.