Il grande freddo del “Burian” abbattutosi la scorsa settimana in tutta la Regione ha portato gravi danni all’agricoltura ligure secondo Coldiretti.

Agricoltura, gravi danni per il grande freddo della scorsa settimana

Agricoltura ligure in netta difficoltà, dopo il grande freddo siberiano della scorsa settimana che si è abbattuta in Liguria. Nel Tigullio, a risentire del “Burian” le colture a pieno campo come fave e piselli, diffuse dalla Piana di Lavagna all’entroterra. A denunciarlo, Coldiretti Genova, che sottolinea il rischio di una produzione azzerata per albicocchi, mandorli e pesche, nel settore della frutticoltura.

Agricoltura, per il freddo a rischio gli uliveti nel ponente della Regione

A differenza del ponte ligure, dove le olive erano state già raccolte, nel levante ligure non si riscontrano rischi. Danni limitati in val Graveglia, sempre per il discorso degli uliveti. Di fatto, il grande freddo dell’ultima settimana potrebbe portare quindi fave e piselli, tradizionalmente raccolti ai primi di maggio, in ritardo.