Il consigliere regionale Giovanni Boitano è intervenuto stamane a Calata Vignoso Genova dove si è svolta la manifestazione organizzata da Coldiretti tesa, tra l’altro, a chiedere alla Commissione Europea di imporre una dichiarazione obbligatoria di origine per tutti i prodotti alimentari al fine di prevenire le frodi, proteggere la salute pubblica e garantire il diritto dei consumatori all’informazione.

Stop al cibo falso, Boitano a fianco di Coldiretti

«L’agricoltura che è sempre stata una delle principali attività del nostro Paese – afferma Boitano – sta attraversando un periodo non facile dovendo fare i conti con sempre crescenti difficoltà, quali alcune incomprensibili regole imposte dall’Europa per non parlare poi del mutamento delle condizioni climatiche che anche recentemente ha messo in ginocchio molte regioni italiane». Per quanto riguarda la Liguria hanno subito gravi danni gli oliveti e diverse colture per non parlare del comparto ittico, vedi quando accaduto nel Tigullio e nello Spezzino.

«L’impegno di Coldiretti è notevole, come sono importanti le iniziative messe in campo – conclude Boitano – ha cominciare dalla raccolta di firme per dire no al cibo falso ponendo così un freno alle frodi e nel contempo tutelando i consumatori, proposta alla quale aderisco con convinzione».