A seguito del parere favorevole di Alisa circa la richiesta di ampliamento dell’Hospice di Chiavari, inizieranno a breve i lavori per l’attività sanitaria come da CILA trasmessa al Comune.
Arriva, dunque, a compimento il progetto di utilità socio-sanitaria che culminerà con l’ampliamento dell’Hospice, passando dagli attuali 8 posti a 10 totali, colmando la necessità di letti aggiuntivi che secondo il Ministero della Salute dovrebbe essere di un posto letto ogni 56 deceduti per tumore, parametro fino ad oggi disatteso per i cittadini del nostro comprensorio.

Dichiara il Consigliere delegato al potenziamento e mantenimento dell’Rsa e dell’Hospice Dott. Alberto Corticelli «Esprimiamo soddisfazione per il raggiungimento di questo obiettivo ottenuto grazie alla continua e reciproca collaborazione con i vertici Asl4 e regionali. Intendiamo adesso intensificare ulteriormente il raccordo ospedale-territorio e ospedale-Hospice per favorire una presa in carico precoce dei cittadini bisognosi di palliazione, implementando l’aggregazione tra servizi distrettuali ed ospedalieri, sanitari e sociali. Auspico che insieme alla conferenza dei sindaci si possano ottenere, lavorando in sinergia, ulteriori risultati in altri campi assistenziali in particolare circa ulteriori posti letto per non autosufficienti, viste le lunghe liste d’attesa e la carenza di strutture ricettive accreditate».

Sottolinea il primo cittadino Di Capua «Ringrazio l’Assessore Regionale alla Sanità Sonia Viale e il Direttore Generale dell’Asl4 Chiavarese, Dott.ssa Bruna Rebagliati, per aver accolto e condiviso sin da subito le nostre richieste e osservazioni che riguardano un problema sentissimo dalla popolazione».