Allerta neve, la Regione ha avviato contatti con Anas, Autostrade e Rfi

E’ “dispiegata ed operativa” la macchina della protezione civile predisposta dalla Regione alla luce dell’allerta per neve che domani interesserà il nostro territorio. La rassicurazione arriva dal governatore Giovanni Toti, durante l’odierna conferenza stampa: “Domani avremo un fronte di allerta molto ampio, ma tutta la macchina della protezione civile è all’opera, avendo anche adottato misure straordinarie per l’occasione. La Regione è pronta a rifondere i vari enti locali per eventuali provvedimenti straordinari, come salature eccezionali o altro. Non possiamo anticipare, ma siamo a disposizione per sostenere economicamente il territorio”.

Previsti 10 centimetri di neve sulla costa e un massimo di 30 centimetri nell’entroterra con abbondanti precipitazioni. “Siamo in contatto diretto con Anas e Società Autostrade, a cui abbiamo chiesto sforzi e misure straordinarie per evitare criticità alla viabilità e ai collegamenti. Ugualmente abbiamo fatto con le società che gestiscono le utenze, per evitare blackout o interruzioni dei servizi. Rfi ci ha comunicato che domani ridurrà il servizio del 30% per poter garantire il servizio: i treni che partiranno saranno quelli che arriveranno. Regione Liguria è in contatto con tutti i sindaci che attraverso i Coc faranno le loro valutazioni, ma la maggior parte delle scuole della regione resterà chiusa, anche per evitare il disagio e la pericolosità di muoversi con un manto stradale difficile. L’appello ai cittadini è pertanto quello di limitare gli spostamenti il più possibile”.

Allerta neve, aperta l’Unità di Crisi Viabilità della Città Metropolitana

“Usare l’auto solo in casi di vera necessità, per evitare di trovarsi bloccati nella neve oppure di uscire fuori strada, magari perché non si montano pneumatici da neve o catene sulle ruote come prescrive la legge”. Questa la raccomandazione del consigliere metropolitano delegato alla viabilità, Franco Senarega. Aperta, con il livello arancione di allerta, l’Unità di Crisi Viabilità di Città metropolitana. Il team che presiederà il coordinamento di eventuali interventi sulle strade metropolitane, sarà operativo fino alla fine dell’allerta, con emissione del primo bollettino alle 5.30 di domani.