È mancato questa mattina all’alba Giorgio Fossa, classe 1947. Conosciutissimo nel Tigullio, era un pezzo di storia di Sestri Levante e, soprattutto, del Sestri Levante, della squadra di calcio dei corsari. Fossa, detto “Pinguino” era cresciuto nel vivaio corsaro, nella cui prima squadra aveva militato come ala destra in Serie D tra il ’66 ed il ’73: da qui il salto in C con il Chieti per due anni, prima di tornare in D con un’altra levantina, l’Entella, sino al ritorno in casa rossoblu sul finire degli anni ’70. Poi una lunga carriera di 20 anni come allenatore per tantissime squadre del genovese e del Levante, Sestri Levante in primis, fra cui anche il Pontedecimo dove – come ricordano con affetto i suoi amici e compagni corsari in un post di stamani su Facebook – incontrò un ancora acerbo e giovanissimo Enrico Chiesa e ne seppe profetizzare il futuro da campione.

L’ultimo saluto a Giorgio si terrà martedì prossimo alle ore 11: non in chiesa ma proprio sull’erba di quello stadio, il Sivori di Sestri, che ha segnato il suo percorso di vita.