“Mi farò promotore di un incontro urgente in Regione con i sindaci della vallata”, dice il consigliere regionale di Forza Italia.

L’appello di Muzio ai parlamentari per il tunnel della Fontanabuona

“Rivolgo un appello a tutti i parlamentari liguri di tutte le forze politiche affinché, facendo seguito a quanto promesso nel corso dell’ultima campagna elettorale, assumano forti iniziative finalizzate al finanziamento del tunnel della Fontanabuona. In questo quadro mi farò promotore di un incontro urgente in Regione con tutti i sindaci della vallata, per fare il punto della situazione”. Sono queste le proposte avanzate da Claudio Muzio, consigliere regionale di Forza Italia e segretario dell’Ufficio di Presidenza, dopo le recenti dichiarazioni dell’amministratore delegato di Autostrade per l’Italia, Giovanni Castellucci, che sono sembrate rimettere in discussione la realizzazione dell’opera.

Per Muzio contano gli atti già approvati sul progetto

“Resto convinto – prosegue Muzio – che sul tunnel contino più gli atti ufficiali che le dichiarazioni rese in un’intervista giornalistica. Certamente le parole dell’ad di Autostrade per l’Italia destano preoccupazione e necessitano di un chiarimento, ma a fronte di ciò vi sono gli atti e i progetti approvati, da ultimo la delibera di Giunta regionale n. 997 del 18 settembre 2015, che individua puntualmente il tunnel quale infrastruttura prioritaria e strategica per la Liguria. Ciò è stato ribadito di recente anche dal presidente Toti in un incontro a Sestri Levante”.

Leggi anche:  Elezioni amministrative, affluenza al 62,06%

In campo una linea unitaria a favore del tunnel

“Il progetto è ormai prossimo ad essere definitivo. E poi una straordinaria unità d’intenti che coinvolge la popolazione fontanina, tutti i Comuni della vallata, gli operatori socio-economici, le associazioni di categori. Si deve mettere in campo al più presto una forte iniziativa politica unitaria a livello romano, per fare sì che possa essere reperito il finanziamento, o quanto meno una prima tranche che consenta di poter partire con l’infrastruttura. Il costo del tunnel, stabilito definitivamente in 233 milioni di euro, rappresenta una cifra certamente consistente. Ma una goccia nel mare magnum delle opere pubbliche infrastrutturali; una goccia che darebbe spinta e vigore al rilancio della Fontanabuona”.