Comunicazioni più puntuali e tempestive da parte di ASPI sui tabelloni informativi posti in prossimità dei caselli, in caso di prolungamento delle chiusure di tratti di autostrada; riduzione dei pedaggi commisurata al disagio creato agli utenti. E’ quanto chiede il consigliere regionale Claudio Muzio, capogruppo di Forza Italia, con una Interrogazione a risposta immediata depositata quest’oggi.

Muzio era tra le centinaia di automobilisti bloccati sabato mattina

Muzio, pendolare autostradale, era tra le centinaia di automobilisti che sabato mattina sono rimasti a lungo bloccati nei pressi di Lavagna a causa del procrastinarsi della chiusura del tratto tra Chiavari e Rapallo oltre quanto previsto e annunciato, ossia fino alle ore 9.00 invece che alle ore 6.00.

“Percorro quasi ogni giorno l’autostrada da Sestri Levante a Genova – dichiara Muzio – e l’episodio dell’altro ieri è soltanto l’ultimo in ordine di tempo che mi ha spinto a presentare questa Interrogazione alla Giunta regionale. Sabato io ho dovuto rinunciare ad un appuntamento politico a cui tenevo, ma questo per me non ha pregiudicato nulla; penso però a chi aveva impegni indifferibili, a chi si stava recando sul posto di lavoro, a chi stava percorrendo l’autostrada per andare ad effettuare una visita o un esame medico. Sono tutte persone danneggiate da una situazione sta diventando insostenibile e che, soprattutto, è gestita in modo inadeguato. Questo episodio è arrivato tra l’altro a pochi giorni di distanza da uno analogo, verificatosi martedì 4 febbraio sempre sulla A12, tra Recco e Genova Nervi”.

Leggi anche:  Traversi: "Disabili, i Comuni siano garanti del diritto di mobilità"

“Carente comunicazione agli utenti”

“La carente comunicazione/informazione agli utenti – prosegue – si va ad aggiungere ad un quadro di oggettivo disagio e grave difficoltà per chi deve percorrere le tratte autostradali oggetto, in questo periodo, di ispezioni, prove tecniche e interventi di manutenzione alle gallerie, ai viadotti e alle barriere antirumore: la A12 tra Genova e Sestri Levante, la A7 tra Genova e Serravalle e la A10 tra Genova e Savona”.

“La programmazione dei necessari interventi sulla rete autostradale ligure, che giungono dopo anni di mancati controlli e scarsa manutenzione, dovrebbe puntare a contenere il più possibile i disagi per tutti coloro che percorrono queste arterie viarie”, sottolinea ancora il capogruppo di Forza Italia.

L’interrogazione

“Per questo stamane ho depositato l’Interrogazione con cui chiedo al presidente Toti e alla Giunta regionale quali iniziative intendano assumere presso Autostrade per l’Italia, oltre a quelle fino ad ora adottate, al fine di garantire agli utenti della rete ligure, sulla base del cronoprogramma dei lavori, una comunicazione maggiormente tempestiva e puntuale in merito alle variazioni operative e ai prolungamenti di orario degli interventi posti in essere. Propongo in particolare una più efficace ed efficiente messaggistica sui tabelloni luminosi posti in prossimità dei caselli autostradali. In secondo luogo chiedo quali azioni la Giunta ritenga di mettere in campo al fine di addivenire ad una riduzione del pedaggio autostradale commisurata al disagio creato e che possa arrivare, nei casi gravi, anche alla totale esenzione”, conclude Muzio.