Parte bene il 2018 per la spadista della Chiavari Scherma Andrea Vittoria Rizzi: nella due giorni mondiale Under 20 in svolgimento a Udine, è entrata tra le 8 finaliste fermandosi ai piedi del podio ma bissando l’ottimo risultato ottenuto lo scorso anno nella stessa competizione.

147 atlete provenienti da tutto il mondo

Erano 147 le concorrenti provenienti da tutto il mondo che si sono affrontate sulle pedane del Palazzo dello sport di Udine: la vittoria è andata a Federica Isola, n°1 del Ranking, “ma la gara di Andrea è stata encomiabile – sottolineano dalla Chiavari Scherma – a riprova di un’acquisita maturità tecnica e agonistica che la vede ormai tra le protagoniste della sua categoria dall’inizio della stagione”.

Un ottimo risultato per Andrea Vittoria

La gara iniziata con 4 vittorie e 2 sconfitte di misura nella fase a girone, è proseguita con una serie di convincenti vittorie nella fase delle eliminazioni dirette, Andrea ha battuto (nell’ordine) prima la russa Alina Zakarchenko per 15:10, poi Hedina Kardos, ungherese, con il punteggio di 15:9.
Nelle dirette successive l’avvicinamento al podio mondiale arrivava nel tabellone dei 32 contro l’ungherese Lili Buki per 15:10 e successivamente in quello dei 16 contro la francese Lola Lucani per 15:13, un assalto in cui Andrea ha avuto una fase di appannamento, in vantaggio 10:3 ha subito il ritorno dell’avversaria che è arrivata a condurre per 13:11, la parte finale dell’assalto però si è risolta a favore di Andrea che di slancio ha battuto la francese per 15:13 con 3 stoccate consecutive.
Nel combattimento per l’accesso alla semifinale e relativo podio, Andrea concludeva la sua ottima gara, perdendo con il punteggio di 15:13 contro l’ucraina Kateryna Chorny.

Leggi anche:  Pro Recco a caccia del tredicesimo scudetto consecutivo

Nella classifica finale tra le prime otto, ben tre atlete italiane sono arrivate ai quarti di finale

Nella classifica finale tra le prime otto, ben tre atlete italiane, Andrea Vittoria e Beatrice Cagnin sono riuscite ad arrivare ai quarti di finale, mentre Federica Isola è salita sul gradino più alto del podio, a riprova dell’eccellenza della scherma italiana e dell’ottimo lavoro nello specifico, della Chiavari Scherma con il maestro Giacomo Falcini che ha seguito la trasferta di Andrea a Udine.
“Questo ottimo risultato in Coppa del Mondo è di buon auspicio per la prossima gara di Busto Arsizio – commentano dalla Chiavari Scherma – dove l’asticella si alzerà ulteriormente nella gara di circuito europeo Under 23, una nuova e impegnativa tappa a livello internazionale per la Chiavari Scherma e le sue spadiste”.