Rea Palus Race, ultime ore d’attesa per la terza edizione.

La Rea Palus Race

Atleti e organizzatori ai blocchi di partenza per l’evento sportivo fra i più attesi del calendario rapallese: il secondo weekend di aprile torna infatti Rea Palus Race, la corsa a ostacoli tra mare e monti che dal 2016 a oggi si è ritagliata un posto di eccellenza nell’ambito dell’Obstacle Course Racing italiano e non solo. La manifestazione, fortemente voluta e supportata dalla giunta capitanata dal sindaco Carlo Bagnasco, è patrocinata dal Comune di Rapallo e occuperà l’area del lungomare Vittorio Veneto nelle giornate di sabato 7 e domenica 8 aprile.

Attesi ben 500 partecipanti

Fervono gli ultimi preparativi e sono alte le aspettative: ben 500 i partecipanti attesi per il main event domenicale, tra i quali nomi di tutto rispetto quali Stefano “Legio” Colombo, campione mondiale in carica nella fascia d’età 25-29 affiliato al team OCR Heroes, ed Eugenio Bianchi, vera e propria leggenda dell’edizione italiana della temibile Spartan Race. I due campioni si affronteranno direttamente in una sfida che si preannuncia davvero mozzafiato all’interno della batteria Pro, composta esclusivamente dagli iscritti più “decorati” e prima a partire fra le undici in gara.

Gli audaci partecipanti alla gara si affronteranno su un percorso composto da 10 ostacoli in partenza – fra cui la nuovissima “piramide” e il “red carpet” galleggiante, sul quale gli atleti compiranno la traversata dagli scogli del lungomare all’iconico Castello – per poi salire lungo le storiche mulattiere del Tigullio verso il Santuario di Montallegro, prima di lanciarsi in una discesa a rotta di collo che li condurrà, dopo un breve passaggio attraverso il centro storico, agli ultimi 10 ostacoli posti fra loro e l’agognato traguardo.

Scrupoloso il comparto sicurezza, che al corpo dei Carabinieri posto a presidiare il percorso cittadino affiancherà Volontari del Soccorso, Protezione Civile e Soccorso Alpino nel tratto montano della corsa, per permettere a tutti i partecipanti di affrontare la sfida col massimo delle precauzioni.

Le categorie non competitive e l’intrattenimento

Ma Rea Palus, oltre che competizione, è anche e soprattutto divertimento e spettacolo, e tantissime sono le adesioni alla categoria non competitiva Family, dal percorso più breve e composto di ostacoli strettamente facoltativi. E la festa non mancherà di coinvolgere il pubblico, accolto dai nuovi spalti approntati appositamente per la terza edizione dell’evento: per loro sarà aperto fin dall’ora di pranzo di sabato 7 aprile il Rea Palus Village, con musica e stand gastronomici e un’area intrattenimento per i più piccoli. A prestare volto e braccia al Village, in mezzo ai tanti volontari, anche i ragazzi dell’Istituto Liceti di Rapallo e del Nautico di Camogli, coinvolti nell’iniziativa sotto l’egida dell’alternanza scuola-lavoro.

Il sabato non sarà comunque semplice “prologo” alla sfida domenicale: nel corso della giornata gli atleti più valorosi si cimenteranno infatti nell’adrenalinica Rea Palus Warrior, prova di forza e velocità a eliminazione diretta su un breve percorso di soli ostacoli. Al termine della competizione l’area antistante al palco principale ospiterà un’ulteriore gara di trazione alla sbarra, nella quale i concorrenti dovranno cercare di portare a termine il maggior numero possibile di sollevamenti nell’arco di un minuto.

Le iscrizioni all’evento resteranno aperte fino alla giornata stessa della gara, premurandosi di fornirsi di apposita certificazione medica. Per informazioni, regolamenti e contenuti esclusivi si raccomanda di visitare il sito www.reapalusrace.it ela pagina Facebook di Rea Palus Race.