Dopo la sconfitta con il Cesena l’Entella si trova in affanno e rincorre l’obiettivo chiamato salvezza. Domani, sabato 14 aprile, partita contro l’Avellino al Comunale di Chiavari, fischio d’inizio alle 15.

La direzione di gara è stata affidata a  Eugenio Abbattista  della sezione di Molfetta, coadiuvato dagli  assistenti: Giovanni Baccini  di Conegliano e Francesco Fiore  di Barletta. Il ruolo del quarto uomo è stato affidato ad Andrea Tursi della sezione di Valdarno.

I precedenti Entella – Avellino

La storia recente porta le sfide con la Virtus Entella: due fino ad oggi entrambe intense di emozioni. Nella prima, il 29-22-14,  una Liguria ferita veniva “coccolata” dalla curva dell’Avellino massicciamente presente.   I supporters biancoverdi esposero uno striscione che recitava ‘Rialzati, popolo ligure’, chiaro segno di solidarietà per la popolazione di Chiavari e della Liguria intera, colpita in quel periodo da violente alluvioni.  Nella seconda la Virtus Entella ha asfaltato  l’Avellino al Comunale per 4-0  con la speranza poi resa vana, dopo la trasferta a Crotone, di essere ammessa allo storico play off. Le reti furono della “iena” Staiti, poi di Masucci, Palermo e una punizione da urlo di Sini, proprio mentre scendeva dal pubblico  il grande tributo a Gennaro Volpe, entrato in campo per prendersi tutto l’affetto di Chiavari e chiudere la sua grande carriera.  Ultima partita  ancora una vittoria biancoceleste. Dopo il ko della prima giornata in quel di Frosinone la Virtus Entella colpisce alla prima in casa, superando 2-0  l’Avellino con un gol per tempo, al 35′ sblocca  Masucci che sbuca sull’invito di Tremolada. Nella ripresa il raddoppio porta la firma di Ciccio Caputo freddissimo a realizzare un calcio di rigore decretato per atterramento di Ceccarelli. Altri nomi e altri tempi. Ora siamo nel pieno di una tempesta.