E’ stata presentata stamane, lunedì 9 aprile, a Genova la 79^ edizione del Giro dell’Appennino organizzato dall’U.S. Pontedecimo. Il vernissage si è svolto in municipio, a Palazzo Tursi, alla presenza delle autorità e di tanti sportivi.

La gara si svolgerà domenica 22 aprile: niente Chiavari

Nelle ultime due edizioni l’arrivo era avvenuto a Chiavari. Il consigliere delegato allo Sport del Comune di Genova Stefano Anzalone ha però assicurato energie e risorse economiche affinché l’Appennino tornasse all’ombra della Lanterna. La gara si svolgerà domenica 22 aprile con partenza da Serravalle Scrivia (Al) presso il Designer Outlet, poi il trasferimento sino allo stabilimento ELAH –Dufour dove Flavio Repetto abbasserà la tradizionale bandiera a scacchi.

Il percorso

Il percorso sarà come sempre impegnativo e prevede numerose salite, Castagnola, Giovi, Crocetta d’Orero, Bocchetta e l’inedita scalata a Fraconalto, infine l’arrivo a Genova in via XX Settembre dov’è posto il traguardo e dove, dopo 194,8 chilometri, si conoscerà il nome del vincitore.

I ciclisti

Il campo dei partenti si annuncia particolarmente agguerrito grazie alla partecipazione di numerose squadre Professional e Continental. Difficile fare un pronostico, un fatto è certo, Androni Sidermec, Wilier Triestina, Bardiani SCF, Nippo Fantini e Gazprom Rusvelo, che annovera tra gli iscritti Segey Firsanov primo a Chiavari nel 2016, sono intenzionate a vincere la gara.

Leggi anche:  Pallanuoto, i risultati delle squadre di Rapallo

Tra i partenti ci sarà anche Luca Raggio (Wilier Triestina) di Coreglia Ligure, per la prima volta da quando è professionista correrà sulle strade di casa ed è intenzionato a fare bene. Tra i favoriti del Challange Liguria la speciale classifica che tiene conto dei migliori piazzamenti ottenuti al Trofeo Laigueglia e al Giro dell’Appennino ci sono Paolo Totò (Sangemini MG) e Matteo Busato (Wilier Triestina) rispettivamente 2° e 3° l’11 febbraio scorso a Laigueglia.

Pur non concludendosi nel Tigullio,  Il Nuovo Levante curerà lo “speciale” di 16 pagine con tutti i segreti della corsa e tante curiosità.