Si chiama #UnGolPazzesco ed è il concorso organizzato dalla Lega nazionale dilettanti sulla propria pagina ufficiale che sta ricevendo migliaia di visualizzazioni su internet. Qui, infatti, vengono proposte le immagini di diverse reti realizzate in tutta Italia in vari campionati dilettantistici sparsi per tutta la penisola. Tra le varie realizzazioni in gara c’è anche quella di un giocatore che milita in una squadra del Tigullio di Seconda Categoria, Riccardo Celano, attaccante del Borgo Rapallo, che partecipa con il gol messo a segno in una partita disputata contro il Borgorotondo al Macera di Rapallo. “Un pallonetto impossibile”, così è stato definito dalla stessa Lega nazionale dilettanti. Per votare il golazo di Celano realizzato contro la squadra di Varese Ligure occorre andare sulla pagina Facebook della Lega Nazionale Dilettanti e commentare, mettere un “mi piace” o condividere il post in modo di far vincere all’attaccante del Borgo Rapallo il contest.

C’è la possibilità su Facebook per votare la rete dell’attaccante del Borgo Rapallo

“Non credo ci sia un limite di tempo ma credo che si possa votare il gol più bello fino alla fine della stagione agonistica – ha affermato Celano – ho mandato io il video perché ho visto che spesso su quella pagina Facebook mettono alcuni gol. Ho provato e mi hanno risposto dicendo che dovevano scegliere tra migliaia di filmati. Sono sinceramente onorato che abbiano scelto il mio”.

Leggi anche:  L'Appennino d'Oro sprona Cunego ad essere oggi tra i protagonisti

Con la ripresa del campionato l’obiettivo è la qualificazione ai play-off

Per Celano una bella soddisfazione ma non bisogna perdere assolutamente di vista la corsa ai play-off del suo Borgo Rapallo. “Sono appena arrivato in squadra – ricorda il forte centravanti rossoblu – devo dire che ho trovato una società sana, un gruppo affiatato e un allenatore, Cesare Melillo, competente. Ci sono tutti i presupposti per arrivare ai play-off che deve essere il nostro obiettivo principale per le qualità che abbiamo. Spero che i miei compagni di squadra possano comprenderlo”.