Sabato in Champions League per la Pro Recco. Non sarà una partita come le altre perché nel quarto turno la capolista biancoceleste sfiderà i campioni d’Europa dello Szolnoki, indietro di tre lunghezze in seguito alla rocambolesca sconfitta di Berlino.

La Pro Recco in Ungheria

Tempesti e compagni sono volati in Ungheria dopo una giornata di common training con la Sport Management a Busto Arsizio: domani, alle 18.30, sarà un test verità per capire a che punto è il processo di crescita che tra qualche mese dovrà toccare il suo apice. Tredici praticamente scontato per mister Vujasinovic senza Sukno e Figari, ma con il suo asso di coppa, Ivovic. Dall’altra parte una parata di stelle, tra cui il grande ex Prlainovic che per la prima volta dal suo addio dell’estate 2016 si troverà contro i compagni di tante vittorie. La formazione magiara nella piscina di casa è pressoché imbattibile: in Champions, negli ultimi quattro anni, solo i greci dell’Olympiakos sono riusciti a fermarli sul pari, per il resto solo vittorie, sedici.

Leggi anche:  Pro Recco, ancora una vittoria

Arbitreranno l’incontro il serbo Putnikovic e il russo Naumov. La gara sarà trasmessa in diretta streaming sulla piattaforma della Len.

«Affrontiamo una formazione fortissima – osserva Vujasinovic – nell’ultimo anno hanno conquistato cinque trofei, sono i detentori della Champions League, non c’è altro da aggiungere. Solo la grande squadra può vincere in Ungheria e noi proveremo a prenderci i tre punti consapevoli che se dovessimo perdere si va avanti lo stesso, perché anche dalle sconfitte si può imparare».