Vincere aiuta a vincere. E pazienza se i tre punti conquistati questa sera dalla Pro Recco contro il Brescia servono a nulla in chiave Final Six. Il 9-8 maturato ieri sera alla Sciorba di Genova porta a nove i punti di vantaggio dei biancocelesti sui lombardi secondi in classifica a due giornate dalla fine della regular season.

Pro Recco – Brescia 9-8

Mister Vujasinovic sorprende tutti e lancia Massaro in porta dal primo minuto. Echenique sigla il vantaggio biancoceleste, poi c’è il botta e risposta con l’uomo in più tra Vukcevic e Di Fulvio. A sessanta secondi dalla prima sirena Caliogna pesca Figari, glaciale nel superare Del Lungo con una palombella da posizione ravvicinata. Non è finita: Gitto va nel pozzetto e i lombardi accorciano con Muslim per il 3-2 che chiude il primo parziale.

Ivovic da posizione 2 non lascia scampo al portiere ospite dopo 100 secondi del secondo tempo. Massaro è super due volte su Paskovic, ma nulla può sul fendente di Christian Presciutti da posizione 4. A due minuti dall’intervallo lungo gli ospiti trovano il pari con Paskovic da posizione 5 che sfrutta l’espulsione di Molina. L’azione successiva riporta i biancocelesti davanti: Aicardi lotta al centro, si libera dalla marcatura di tre avversari e trafigge Del Lungo. Al cambio campo la Pro Recco conduce 5-4.

Leggi anche:  Pallanuoto, Pro Recco – Eger sport e beneficenza

Vantaggio effimero perché bastano cinquanta secondi a Nicholas Presciutti per rimettere in equilibrio la contesa. Ne trascorrono altri trenta e Aicardi si conquista un rigore che Filipovic non ha difficoltà a trasformare. Caliogna da posizione 3 con l’uomo in più allunga, poi alzo e tiro di Muslim e seconda bordata vincente di Ivovic per l’8-6 che porta le squadre all’ultimo tempo.

A quattro e trenta dal termine la svolta: Echenique viene espulso per brutalità da Gomez, Rizzo va a segno su rigore e per quattro minuti i biancocelesti sono costretti a giocare con l’uomo in meno. I lombardi perdono lucidità e DI Fulvio buca Del Lungo con due bresciani nel pozzetto. Finale incandescente, Janovic da posizione 3 riporta sotto gli ospiti, Massaro mura l’ultimo assalto con l’uomo in più di Nicholas Presciutti: la Pro Recco vince la battaglia, la Sciorba applaude.