Toti: «Il tunnel della Val Fontanabuona è tra le opere strategiche dell’attuale giunta: chiederemo subito un incontro al neoministro Toninelli per il finanziamento».

Tunnel Fontanabuona, schermaglie Toti – M5S

«Il tunnel della Fontanabuona è tra le opere strategiche del nostro programma di governo. Riteniamo che sia un’infrastruttura fondamentale per lo sviluppo di un territorio che, negli ultimi anni, ha pagato a caro prezzo il proprio decennale isolamento, con collegamenti viari che scoraggiano l’insediamento di nuove realtà produttive e penalizzano quelle esistenti». Così hanno esordito il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e l’assessore regionale allo Sviluppo Economico Andrea Benveduti.

E a Fabio Tosi e Gabriele Pisani del M5S che hanno criticato il fatto che «il tunnel fosse stato dichiarato fra le priorità in campagna elettorale salvo poi dimenticarsene una volta insediata», e che sono tornati a spingere affinché si trovi presto un percorso concreto, Toti e Benveduti rispondono promettendo un incontro col neoministro Toninelli: «Apprendiamo con soddisfazione che anche il Movimento Cinque Stelle abbia colto l’importanza della realizzazione di un’opera di cui ormai si parla da vent’anni. Al nuovo ministro alle Infrastrutture Danilo Toninelli, subito dopo il suo insediamento, chiederemo un incontro per il finanziamento dell’opera, che compete al Mit, dato l’importo necessario, stimato per oltre 230 milioni di euro. Siamo certi che il nuovo governo dimostrerà maggiore sensibilità verso quest’opera, rispetto al precedente, e auspichiamo che anche i referenti locali dei Cinque Stelle si adoperino concretamente perché il tunnel della Val Fontanabuona possa essere inserito nel prossimo programma di opere finanziate dal Mit».