Venerdì 9 febbraio alle ore 17 a Chiavari in Via Martiri della Liberazione 193 Liberi e Uguali presenterà alla cittadinanza i candidati che la lista unitaria della sinistra guidata da Pietro Grasso metterà in campo nel Tigullio nelle elezioni del 4 marzo.

I candidati

Ecco i nomi, frutto delle scelte congiunte di MdP, Possibile e Sinistra Italiana, tutti espressione del territorio e, quindi, tutti “titolati” a rappresentare le istanze del Tigullio:

Candidati alla Camera

  • per il collegio uninominale Liguria 5, Luca Pastorino, ex sindaco di Bogliasco, deputato uscente;
  • per il collegio uninominale Liguria 6, Luigi Liguori, medico di famiglia, consigliere di opposizione nel Comune di La Spezia;
  • per il collegio plurinominale Liguria 2, Luca Pastorino (capolista); Valentina Bosello, insegnante attiva nel mondo del sociale, del volontariato, nel campo dei diritti civili e dei migranti; Vincenzo Muratore, operatore socio sanitario, impegnato nella battaglia che da anni vede i lavoratori Coopservice in prima linea nel riconoscimento contrattuale della categoria; Silvia Gobbetti, membro per cinque anni della direzione provinciale e dell’Unione comunale di Sarzana.

Candidati al Senato

  • per il collegio uninominale Liguria 3, Laura Canale, pensionata, per trent’anni responsabile di programmi e progetti europei in Regione Liguria;
  • per il collegio plurinominale Liguria 1, Stefano Quaranta (capolista) deputato uscente; Maria Cristina Barzacchi, oncologa all’Asl 4 Chiavarese, consigliera comunale di minoranza a Casarza Ligure; Roberto Giacinto Amen, giornalista Rai; Natascia Vallerino. infermiera a Savona.

I commenti

«Queste candidature» dice Andrea Foti, coordinatore di Sinistra italiana Circolo Tigullio «ben rappresentano lo spirito e gli obiettivi di Liberi e Uguali, che va verso le prossime elezioni con l’ambizione di portare in Parlamento persone oneste e competenti, capaci di rappresentare davvero i bisogni e le speranze dei cittadini, nessuno escluso». «Oggi», continua Andrea Foti, «è assai alta la sfiducia dei cittadini nei confronti dei politici e della politica, molte persone guardano ai diversi populismi o addirittura pensano che votare sia inutile. Liberi e Uguali vuole ricordare a tutti che è fondamentale avere in Parlamento persone a sinistra dotate di coraggio e proposte serie, in grado di restituire sicurezza e benessere a chi affronta ogni giorno fatiche e difficoltà».

Leggi anche:  Amministrative a Sestri: Valentina Ghio promette di rinnovare e semplificare la viabilità cittadina

«Le donne e gli uomini di Liberi e Uguali» precisa Alessandro Pasquetti, portavoce del Comitato Tigullio Possibile «sono decisi a portare avanti fino in fondo e senza tentennamenti la battaglia intrapresa per dare forza in Parlamento a ciò che veramente conta: il diritto a un lavoro sicuro e dignitoso, l’istruzione e la sanità pubblica, la parità e la libertà delle donne, l’accoglienza a chi scappa dalle guerre e dalla povertà, la pace e il disarmo».

«Chiediamo un’Europa che assicuri sviluppo e non imponga scelte dannose che accrescono le disuguaglianze» sottolinea Andrea Foti. «Noi siamo per un fisco più equo, per la lotta all’elusione e all’evasione» aggiunge Alessandro Pasquetti. «Rivendichiamo il diritto a una pensione dignitosa, ottenibile alla giusta età. Riteniamo che lo Stato debba investire nell’istruzione, per rendere la scuola una vera comunità educante; nella cultura, proponendo una strategia che riguarda le biblioteche, il patrimonio artistico-archeologico e il sistema dei musei; nella sanità, riportando la spesa pubblica nella media europea, per garantire a tutti i cittadini prevenzione e cura. Chiediamo di valorizzare la straordinaria biodiversità del patrimonio paesaggistico, artigianale e alimentare del nostro Paese, ponendo il turismo sostenibile come traino per la ripresa etica ed economica».