La crisi di bilancio approda in consiglio. È stato convocato in sessione straordinaria dopodomani, lunedì 5 febbraio il consiglio comunale, con tante interpellanze all’ordine del giorno.

La crisi di bilancio approda in consiglio a Zoagli

Tra queste torna prepotentemente l’asilo Merello e l’eredità Brogelli, che la minoranza pensa avrebbe potuto essere usata per sostenere la struttura in difficoltà. E’ l’ex sindaco Rita Nichel a chiedere lumi (capogruppo di Uniti per Zoagli) sulla richiesta di denaro da parte della ditta che prestava il servizio di nettezza urbana e spiegazioni  per quanto riguarda la verifica di fattibilità di un molo e una parete di arrampicata sul ponte ferroviario. L’opposizione cerca di capire dove siano finiti i soldi pubblici: il consigliere Cesare Macciò diede aggiornamenti sulla grave situazione in cui vertono le passeggiate a mare dopo la mareggiata (nella foto).

Il collega Fabio De Ponti chiede del Bonus spazzatura e, sui valori della resistenza antifascista e dei principi della costituzione repubblicana, vuol sapere come l’amministrazione voglia trasmetterli ai giovani. A numero 8 ecco l’interpellanza che recita: ‘richiesta di spiegazioni e atti concreti sulla situazione economica finanziaria del comune’. Sull’anticipazione di cassa, poi, Nichel chiede: «Come mai avete lasciato non pagate le bollette dell’Enel rischiando di lasciare le vie cittadine senza illuminazione?». E ancora: con quali fondi si pensa di finanziare le opere pubbliche elencate nel piano triennale?. In discussione anche le delucidazioni sui gettoni di presenza ai consigli comunali. Appuntamento in aula alle 18.