Sopralluogo a Villa Rocca tra il Sindaco Marco Di Capua, l’Assessore alla Cultura Silvia Stanig e Judith Wade, fondatrice di “Grandi Giardini Italiani”

Villa Rocca nel circuito “Grandi Giardini Italiani”

Il turismo culturale dei grandi giardini vive oggi un momento molto favorevole, complice l’offerta di splendidi giardini visitabili in tutta Italia. Nella giornata di ieri si è tenuto un primo sopralluogo nel giardino di Villa Rocca, dove oltre agli esponenti dell’amministrazione comunale e la fondatrice del circuito, hanno partecipato anche Andrea Fustinoni, consigliere Regionale FAI Liguria, e Glenda Colaninno, capo delegazione FAI Tigullio.

Possibile una collaborazione diretta e stabile con Villa Rocca

“Siamo molto soddisfatti della visita di Judith Wade a Chiavari – interviene Andrea Fustinoni – il Parco ha suscitato molto interesse in lei, complice sia la vegetazione che i manufatti qui presenti (il tempietto, la grotta e la casa del tè). Aspettiamo di ricevere un suo riscontro in merito, riscontro che può andare dal suggerimento ad una sua idea concreta di recupero più corretto e fattibile di tutto il Parco: sia per l’amministrazione comunale che per il FAI sarebbe davvero molto importante entrare nel prestigioso circuito dei Grandi Giardini Italiani.”

Silvia Stanig, vice sindaco con delega alla cultura così dichiara “ L’incontro con Judith Wade è stata un’occasione importante, perché ci ha permesso di vedere il Parco e la Villa con gli occhi di una persona preparata e amante dell’arte a tutto tondo: confidiamo in una futura collaborazione, ma in ogni caso oggi abbiamo avuto modo di confrontarci con lei per dare lustro ai nostri beni culturali, così importanti per la città di Chiavari.”

Leggi anche:  Camogli ecco la Giunta

“E’ stata una giornata importante oggi – conclude la fondatrice del circuito Grandi Giardini Italiani – ho potuto conoscere una realtà meravigliosa, quella di Villa Rocca e del suo Parco attiguo. Noto che sono in corso molti progetti predisposti dall’amministrazione comunale, e ne sono molto felice, spero davvero che tutto il polo culturale possa rinascere.
Ciò che mi ha colpito oggi è l’atmosfera che si respirava, sembrava che la famiglia nobile fosse appena uscita; ed è fantastico perché il Palazzo non è stato deturpato nella sua identità originaria. Certo, ci sono diversi lavori da eseguire, ma le potenzialità sono altissime.”

Infine il capo delegazione FAI Tigullio, Glenda Colaninno “Stiamo lavorando per creare una convenzione tra Comune di Chiavari e FAI, che firmeremo a breve, in modo tale che tutti i convenzionati FAI possano vistare il Parco con un ingresso speciale. E’ un passo molto importante per la promozione turistica del complesso di Villa Rocca, ma soprattutto per la città intera. ”