Continuano ad arrivare attestati di solidarietà al sindaco di Sestri Levante Valentina Ghio che ieri ha ricevuto una cartolina contenenti frasi inneggianti al fascismo. Anche dal centrodestra. Tra queste quella del consigliere regionale di Forza Italia Claudio Muzio che ha definito con la parola “squallore” il gesto intimidatorio nei confronti del primo cittadino della città dei due mari.

Il consigliere regionale di Forza Italia ha definito con la parola “squallore” il gesto intimidatorio nei confronti del sindaco sestrese

“E’ un atto spregevole e vile che va condannato senza se e senza ma. Punto – afferma Muzio – anche a me e’ capitato da sindaco di ricevere lettere anonime contenenti insulti e velate minacce. Purtroppo l’ignoranza coniugata con la vigliaccheria produce atti di questo pessimo tenore. La politica e’ ben altro, e’ fatta di confronto a viso aperto, duro se necessario, ma leale. Nel merito – conclude l’ex sindaco di Casarza Ligure – io, come peraltro ha fatto parte dell’opposizione di Sestri Levante, non avrei votato quella mozione. Sono infatti convinto che siano ben altri gli strumenti utili a combattere rigurgiti fascisti. Naturalmente e’ un mio punto di vista che merita rispetto come quello di chi ha invece deciso di proporla e di votarla. Ma questa e’ la democrazia”.