Domenica 10 giugno i cittadini del comune di Sestri Levante sono chiamati alle urne per scegliere il sindaco e rinnovare il consiglio comunale. Le urne sono aperte dalle 7 alle 23 e vedono lo scontro tra quattro candidati.

Scontro a quattro a Sestri Levante

Valentina Ghio, sindaco uscente, è appoggiata da cinque liste: «Viviamo Sestri», «Con Calabrò Sestri al Centro», «Cristiani Riformisti», «Sinistra in Comune» e «Valentina Ghio Sindaco». Nel programma: la cura del verde, creare una stagione turistica sempre più lunga, lo sviluppo dell’industria già presente sul territorio, la richiesta di sviluppo e crescita per il polo ospedaliero.

Denise Baldi è il candidato appoggiato dalla lista «Potere al Popolo» che nel programma propone l’acqua come bene pubblico, lo stop a nuova cementificazione, il recupero e la valorizzazione del territorio per far crescere il lavoro e una città pensata più per i cittadini che per i turisti.

Le proposte di Fabio Sturla appoggiato dal «Movimento 5 Stelle» sono: valorizzazione delle micro-imprese familiari, una maggiore qualità dell’ambiente, miglioramento della rete di piste ciclabili, la manutenzione delle strade, nuova rete fognaria e un contatto diretto tra domanda e offerta di lavoro.

Leggi anche:  Passano ad Anas 300 chilometri di strade

Gian Paolo Benedetti infine è sostenuto dalle liste «Futuro Migliore», «Segesta Domani», «Lega Liguria Salvini», «Riprenditi Sestri» e «Gian Paolo Benedetti Sindaco». Il programma: maggiore trasparenza, una maggiore attenzione al bilancio, cura del territorio e dell’acqua come bene comune, una politica familiare più attiva e l’attenzione al viabilità della città e parcheggi.