Martedì 23 gennaio alle ore 10,00 gli studenti della IV B dell’Istituto “G. Caboto” di Chiavari, Daniele Lagomarsino e Ana Maria Diaconescu, accompagnati dal Dirigente Scolastico Glauco Berrettoni e dalla prof.ssa Paola Barbieri, saranno premiati, in Consiglio Regionale, per il Concorso sulla Shoah bandito dalla Regione Liguria.

Per loro un viaggio nei luoghi della memoria

Il Premio consiste nella partecipazione, a carico del bilancio regionale, ad un viaggio nei luoghi della memoria ove si è consumata la tragedia della Shoah.

Il concorso, coordinato dalla prof.ssa Paola Barbieri, già testimone Aned (Associazione ex deportati nei campi nazisti), consiste in un video realizzato dagli studenti, incentrato sulla poesia “Shemà” con la quale si apre il volume di Primo Levi “Se questo è un uomo” in cui viene descritto lìinternamento e la prigionia nel campo di Monowitz e di Auschwitz dal febbraio 1944 al gennaio 1945, accompagnato dalla musica di “Maturità” di Ennio Morricone del “Nuovo CinemaParadiso”.

Nella seduta del Consiglio Regionale, che sarà tenuta in forma solenne, interverrà in qualità di oratore ufficiale Alberto Mieli, una delle ultime reliquie della tragedia dell’Olocausto.

Leggi anche:  Festival della Parola, si chiude il sipario

«La partecipazione a questo Concorso è solo una delle numerose iniziative del Caboto, per mantenere la memoria della tragedia e far comprendere agli studenti la unicità di un genocidio realizzato con una tecnologia moderna ed estremamente sofisticata», dichiara il Dirigente Scolastico Glauco Berrettoni.