Stanziati 20mila euro dalla Regione Liguria per il nuovo bando volto all’insegnamento della lingua genovese nelle scuole per l’anno scolastico 2017 – 2018.

Viale: «I nonni vestono i panni di insegnanti, instaurando un dialogo coi ragazzi e trasmettendo le nostre tradizioni»

Approvato dalla Giunta regionale, su proposta della vicepresidente e assessore alle Politiche sociali Sonia Viale, il finanziamento di 20mila euro per il nuovo bando per l’insegnamento della lingua genovese nelle scuole per l’anno scolastico 2017-2018. Al bando possono partecipare le associazioni iscritte al registro regionale del terzo settore, anche riunite in associazioni temporanee di scopo. «L’iniziativa – spiega l’assessore alle Politiche sociali Sonia Viale – ha lo scopo di promuovere l’invecchiamento attivo delle persone anziane che, vestendo i panni degli insegnanti, instaurano un dialogo positivo con i ragazzi. Si tratta di occasioni preziose di incontro sia per i più giovani sia per i meno giovani, a cui viene affidato un ruolo importante dal punto di vista educativo all’interno delle nostre comunità. Inoltre, mantenere viva la conoscenza del nostro dialetto – aggiunge – significa rinnovare la consapevolezza delle nostre radici e tradizioni tra le nuove generazioni».

La Giunta ha quindi approvato l’avviso pubblico per l’erogazione dei contributi ad associazioni di tutela e valorizzazione delle tradizioni liguri finalizzato alla realizzazione di corsi di dialetto ligure in collaborazione con le scuole del territorio. La deliberazione e l’avviso saranno pubblicati sul BURL e sul sito web della Regione Liguria. Le domande devono essere presentate entro 30 giorni dalla pubblicazione dell’Avviso sul sito internet di Regione Liguria.

Leggi anche:  Vinitaly, anche il vino ligure protagonista

«Il bando dello scorso anno – ha concluso la vicepresidente Viale – ha ottenuto un’ottima risposta dal punto di vista del coinvolgimento sia dei bambini e dei ragazzi delle scuole interessate sia degli insegnanti, tutti over 65. Voglio ringraziare queste persone che si sono messe al servizio della comunità».

Nell’anno scolastico 2016-2017 l’associazione capofila A Compagna, anche attraverso il coinvolgimento dell’associazione O Leudo di Sestri Levante, ha realizzato attività di insegnamento del genovese in 48 scuole, coinvolgendo complessivamente 2.710 alunni tra i 4 e i 10 anni di 167 classi o sezioni. In particolare, a Genova hanno preso parte al progetto 51 classi di scuole primarie (725 alunni tra i 6 e i 10 anni) e 89 sezioni di scuole dell’infanzia (1600 alunni tra i 4 e i 6 anni) mentre nel Levante sono state coinvolte 27 classi di scuole primarie (385 alunni tra gli 8 e i 10 anni). Il progetto è stato realizzato grazie al prezioso lavoro di 95 insegnanti volontari, quasi tutti anziani. I Comuni coinvolti sono stati: Genova, Sestri Levante, Casarza Ligure, Uscio, Santa Margherita Ligure, Zoagli, Lorsica, Isolona di Orero, Calvari, Cicagna, Monleone di Cicagna.