Anche quest’anno Moneglia torna a festeggiare il Carnevale della Zucca, che quest’anno taglia giunge all’importante compleanno delle 26 candeline e si prepara ad allestire la festa carnevalesca per regalare momenti di svago ai suoi cittadini e turisti, condividendo insieme in allegria un evento che cambia e si rinnova ogni anno.

La storiella popolare al quale si ispira il Carnevale

La festa si ispira alla storiella popolare che trae la sua origine dallo storico dualismo cittadino: il torrente San Lorenzo infatti divide in due Moneglia, Levante e Ponente. Nel corso dei secoli fra gli abitanti delle opposte sponde è successo di tutto: lotte, processioni che non potevano oltrepassare i ponti, dispute su terre, confini, eredità, famiglie, matrimoni, notari in piazza a dirimere liti e…zucche. E da un seme di zucca caduto sulla sponda di Ponente si sviluppò una pianta che, dopo aver attraversato il torrente, portò le sue zucche, belle e tonde, sulla sponda opposta.
Per gli abitanti di levante furono minestroni e frisceu, per quelli di Ponente occasione di nuove liti.
Di chi erano le zucche? Di Ponente per diritto di nascita o di Levante per diritto di crescita? Ai posteri l’ardua sentenza che ispirandosi alla vicenda hanno organizzato un bel carnevale.

Leggi anche:  Tetto in fiamme nella notte a Moneglia

In cabina di regia l’Associazione Pro Loco Moneglia: appuntamento domenica 18 febbraio dalle ore 14

Sull’onda del successo delle passate edizioni, i volenterosi membri dell’Associazione Pro Loco Moneglia in collaborazione con le altre associazioni monegliesi e con il patrocinio del Comune, hanno stilato un ricco palinsesto di intrattenimenti che prevede musica, balli ed animazione per i più piccoli, ma soprattutto l’attesa sfilata di carri allegorici, dei gruppi mascherati e maschere singole che partirà da piazza Boburg per poi attraverso le vie del centro creando un evento adatto a tutte le età. La manifestazione si svolgerà a Moneglia domenica 18 febbraio, a partire dalle ore 14, in caso di condizioni meteo avverse verrà posticipata alla domenica successiva.

Sul palco la giuria selezionata valuterà carri, gruppi e singole maschere partecipanti assegnando i relativi premi , al termine seguirà la consueta rottura della Pentolaccia per tutti i bambini.