foto di Lia Gnecco

Rosso come energia, come impulso all’agire, come coraggio, come forza, come calore che scioglie e che unisce, come amore, come potenza, come passione. Si è aperta giovedì 10 maggio e resterà visitabile sino all’8 giugno, al Vinoria di via Raggio 5, la mostra fotografica “Red Vision” di Cinzia Gambino  (foto in alto)e Lia Gnecco. «Il rosso è il primo colore dell’arcobaleno – ricordano – È legato al primo chakra, del centro coccigeo. Intenso. Spunta sulle guance. E’ il colore della vita e della morte insieme, perché richiama quanto scorre nelle vene. La cromoterapia gli attribuisce un’azione energizzante e rivitalizzante. Scegliere di circondarsi di questo colore significa abbracciare la vita nella sua interezza. Le immagini in mostra rappresentano dunque un invito a lasciare libera di esprimersi la parte più istintiva di noi stessi, quella che si tende a nascondere, a non voler ascoltare o accettare, per vivere nella pienezza dei colori della vita». “Red Vision” è la prima parte di un progetto artistico più ampio dedicato ai colori, al loro significato e alla valenza loro attribuita delle due autrici.